A Dublino passa l'Irlanda, l'Italdonne chiude quarta

L'Irlanda festeggia la vittoria (sito Sixnationsrugby.com)
di Christian Marchetti
2 Minuti di Lettura
Sabato 24 Aprile 2021, 18:16

Una sconfitta contro le terribili inglesi, una splendida scorpacciata in terra di Scozia e oggi (24 aprile) la "finalina" 3°-4° posto persa dall'Irlanda. Si riassume così l'inconsueto - e non soltanto per la formula "dettata" dal Covid - Sei Nazioni dell'Italdonne di Andrea Di Giandomenico. A Dublino, nel distretto di Donnybrook, finisce 25-5 per l'Irlanda.

La storia la conosciamo già: location originaria della partita era Parma, poi cambiata dopo che le azzurre hanno concesso l'inversione di campo per venire incontro alle esigenze delle Irish. Sarebbero infatti state costrette alla solita quarantena al ritorno in patria, trafila che da quelle parti possono risparmiarsi soltanto le squadre professionistiche. Beh, professionismo o meno, le irlandesi hanno costruito come meglio non potevano il successo con quattro mete e lasciando alle azzurre soltanto le briciole. E troppe amnesie difensive.

Padrone di casa in meta già al 9', con Dane che batte veloce un calcio di punizione sotto i pali azzurri, apre per Flood, la quale infine scarica per Wall che segna in bandiera rompendo un placcaggio. Furlan e compagne potrebbero beneficiare dell'espulsione temporanea decisa per Naupu al 21' e invece alla mezz'ora arriva il piazzato di Flood per il temporaneo 8-0. Da una touche vinta nella ventidue avversaria, nasce anche la seconda segnatura: Wall raccoglie e cede per la veloce Murphy Crowe, che trova il buco in cui infilarsi, sterza per evitare Furlan e segna. Flood trasforma e al 44' è 15-0. La terza meta somiglia tanto alla prima. Stavolta però è Maloney a battere velocemente una punizione nella "zona rossa" delle ospiti, sfondare la difesa e ottenere i 5 punti. Fa 20-0 a mezz'ora dal termine. I 5 delle azzurre vengono al 69', quando giocano una rimessa ai 5 metri e, sugli sviluppi, mandano Bettoni oltre la linea. La zampata finale delle ragazze in maglia verde è una beffa. Siamo già all'83', l'Italia ha a disposizione una mischia nella propria metà campo e prova a rilanciare l'azione, ma Arrighetti perde l'ovale, le irlandesi allargano fino a Murphy Crowe che mette in moto le gambe e sigilla la sua doppietta.    

© RIPRODUZIONE RISERVATA