Rugby, Sei Nazioni: Inghilterra ok sul Galles, Triple Crown e... palpatine Video

Sabato 7 Marzo 2020 di Christian Marchetti
L'Inghilterra fa suo un match importante sotto tanti punti di vista. Garantito persino l'aspetto "virale", stavolta (per fortuna) inteso come diffusione via social di contenuti. Nel quarto turno del Sei Nazioni reso monco dall'emergenza Covid-19, il XV della Rosa batte 33-30 a Twickenham il Galles, conquista la Triple Crown e torna all'inseguimento della Francia capolista.

 

Peccato soltanto, per gli uomini di Eddie Jones, che i 4 punti del successo non consentano il momentaneo sorpasso sui Bleus (13 punti pari in classifica). Peccato, soprattutto, che per il verdetto finale dovremo aspettare l'autunno, quando Farrell e soci recupereranno la partita con l'Italia. Quanto al Galles di Wayne Pivac, signore e signori, questa si chiama crisi, ben al di là di quanto possa dire il -3 odierno. Una sola vittoria, peraltro sui poveri Azzurri, e tre sconfitte che la dicono lunga su quante difficoltà i campioni in carica  stiano trovando in questo torneo. Quanto al virale: è tutto merito di una curiosa palpatina del pilone inglese Joe Marler alla virtù dell'esterrefatto capitano gallese Alun Wyn Jones, il video della quale, già tra primo e secondo tempo, fa il giro del mondo sui social.

Pensiamo alla partita, grazie. Vittoria senza discussione dei padroni di casa, in uno stadio al completo a dispetto di ogni questione coronavirus, dominanti soprattutto in una fase di possesso in cui Youngs e Ford si esaltano. Come nella meta che sblocca il punteggio al 4', con il mediano di mischia a incunearsi, incrociare con l'apertura e lasciare Watson volare all'ombra dei pali. Bella anche la marcatura di Daly alla mezz'ora, quando l'estremo in maglia bianca arriva come un fulmine per concretizzare una buona sequenza in zona d'attacco. In mezzo c'è il ping pong dalla piazzola Halfpenny (2 piazzati per lui)-Farrell (1), ma al 32' è già 17-6 per i padroni di casa. Anzi, 20-6 con il calcio di Farrell. Poco prima dell'intervallo, ce ne sono tre di Biggar per mandare tutto sul 20-9.

Tanta Inghilterra sia in attacco che in difesa anche nella ripresa. Avvio di secondo tempo escluso, perché Farrell e compagni vanno nel pallone già dopo il calcio di riavvio. I Dragoni costruiscono fino allo scatto decisivo di Tipuric che fa 20-14; 20-16 con la trasformazione di Biggar. Il -4 non spaventa gli inglesi, che allargano nuovamente il gap con i piazzati di Farrell e Ford. E, al 61', chiudono la contesa con la meta di Tuilagi. Il Galles chiude in attacco, va addirittura in doppia superiorità numerica per il giallo a Genge e il rosso allo stesso Tuilagi (contatto con la testa di North), ma trovano la meta solo al minuto 78 su veloce ripartenza da mischia chiusa nella ventidue avversaria e tocco di Biggar. Quest'ultimo trasforma ed è 33-23. Altri 7 punti in più con la marcatura della doppietta di Tipuric trasformata ancora da Biggar. Ma siamo già al fischio finale e il 33-30 porta soltanto il punto di bonus difensivo.

Il Sei Nazioni dell'Inghilterra, per ora, finisce qui. Quello del Galles sabato prossimo, in casa contro la Scozia.  

​4' m Watson 5-0
4' tr Farrell 7-0
9' cp Halfpenny 7-3
15' cp Farrell 10-3
22' cp Halfpenny 10-6
32' m Daly 15-6
32' tr Farrell 17-6
39' cp Farrell 20-6
40'+5' cp Biggar 20-9
---
41' m Tipuric 20-14
41' tr Biggar 20-16
45' cp Farrell 23-16
52' cp Ford 26-16
61' m Tuilagi 31-16
61' tr Farrell 33-16
73' giallo Genge
75' rosso Tuilagi
78' m Biggar 33-21
78' tr Biggar 33-23
80'+1' m Tipuric 33-28
80'+1' tr Biggar 33-30 Ultimo aggiornamento: 22:14 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Zero pubblico, il Bioparco pensa ai fondi

di Marco Pasqua