Mondiali, il Galles supera l'Australia 29-25 Highlights Il programma e la guida tv e streaming

Domenica 29 Settembre 2019 di Christian Marchetti
Si sono messi in testa di dare una sferzata alla Rugby World Cup. E se ieri (sabato 28 settembre) il Giappone si è divertito a rendere insopportabile (per chi vi è inserito) e splendida (per chi se la gusta) la pool A, oggi il Galles ha ufficialmente deciso di prendersi la pool D. I Dragoni hanno infatti battuto 29-25 l'Australia andando in testa al girone, lasciando indietro i Wallabies e, a seguire, la Georgia, che ha sconfitto l'Uruguay 33-7 in uno degli spareggi per la terza posizione. Quella cioè utile per la qualificazione al Mondiale 2023 in Francia.

QUI GLI HIGHLIGHTS

Sugli spalti del Tokyo Stadium c'era anche il ct dell'Inghilterra Eddie Jones ad assistere alla guerra dei mondi tra Galles e Australia. L'ha aperta dopo appena 38 secondi il gallese Biggar con un drop. Per gli uomini di Gatland anche una meta di Parkes al 12' trasformata dallo stesso Biggar, due piazzati di Patchell tra 32' e 37', un'altra segnatura pesante di Gareth Davies al 38' trasformata da Patchell autore poi di un drop al 44'. Dall'altra parte meta di Ashley-Cooper con clamoroso errore di Foley nel tentativo di trasformarla. Seguiva un calcio dello stesso Foley. Sul 26-8, il ritorno dei Wallabies e il progressivo attenuarsi degli uomini in maglia rossa. Pertanto mete di Haylett-Petty e Hooper trasformate da Toomua, che ha messo dentro i 3 punti del momentaneo 26-25. Galles in sofferenza, al 72' è arrivato il piazzato di Patchell del 29-25 che però era ancora poca cosa. Luce spenta, nel vero senso del termine per un guasto all'impianto di illuminazione. Ma nemmeno questo è stato sufficiente per la rimonta dell'Australia, che si è fermata lì. In classifica, quattro punti per i gallesi, uno per gli australiani.

Nuovo cartellino rosso. Stavolta, a Kumagaya, lo prende a due minuti dalla fine l'uruguaiano Gattas per un placcaggio da codice penale tirato più per stanchezza e frustrazione ma pur sempre brutto. Frustrazione dovuta soprattutto a quel 33-7 con cui la Georgia prende a spallate l'Uruguay. Mete di Todua (8'), Giorgadze (29'), Chilachava (42'), Bregvadze (51'), Kveseladze (57'); quattro trasformazioni su cinque di Abzhandadze. Teros sul tabellino soltanto per la marcatura di Vilaseca al 32' trasformata da Berchesi. Giovedì match da non perdere tra Georgia e Fiji. 

Domani, lunedì 30 settembre, da segnare sull'agenda anche Scozia-Samoa che scriverà un'altra pagina importante nella Pool A. Highlanders obbligati a stravincere per agguantare proprio gli isolani e riacciuffare una vetta fino a qualche giorno fa impensabile. Diretta streaming su www.rugbyworldcup.com. La prossima sulla Rai sarà invece Sudafrica-Italia di venerdì. A proposito di partite imperdibili, con tutti i significati possibili e immaginabili da attribuire in questo caso all'aggettivo "imperdibile".
  

IL PALINSESTO DELLA RAI

4 ottobre – Sudafrica - Italia – Ore 11:35 (Rai2)
5 ottobre – Inghilterra - Argentina – Ore 9:45 (RaiSport + HD)
12 ottobre – Nuova Zelanda - Italia – Ore 6:35 (Rai2)
12 ottobre – Inghilterra - Francia – Ore 10 (RaiSport + HD)
19 ottobre – Quarti di finale – Ore 9 (RaiSport + HD)
19 ottobre – Quarti di finale – Ore 12:05 (RaiSport + HD)
20 ottobre – Quarti di finale – Ore 9 (RaiSport + HD)
20 ottobre – Quarti di finale – Ore 12:05 (RaiSport + HD)
26 ottobre – Semifinale – Ore 9:50 (RaiSport + HD)
27 ottobre – Semifinale – Ore 9:50 (RaiSport + HD)
1 novembre – Finale 3/4 posto – Ore 9:50 (RaiSport + HD)
2 novembre – Finale – Ore 9:50 (RaiSport + HD)


RISULTATI

Fase preliminare 
1 Ven 20 Sett A Giappone - Russia 30-10 Tokyo Stadium
2 Sab 21 Sett D Australia - Fiji 39-21 Sapporo Dome
3 Sab 21 Sett C Francia - Argentina 23-21 Tokyo Stadium
4 Sab 21 Sett B Nuova Zelanda - Sudafrica 23-13 International Stadium Yokohama
5 Dom 22 Set B Italia - Namibia 47-22 Hanazono Rugby Stadium
6 Dom 22 Sett A Irlanda - Scozia 27-3 International Stadium Yokohama
7 Dom 22 Sett C Inghilterra - Tonga 35-3 Sapporo Dome
8 Lun 23 Sett D Galles - Georgia 43-14 City of Toyota Stadium
9 Mar 24 Sett A Russia - Samoa 9-34 Kumagaya Rugby Stadium
10 Merc 25 Sett D Fiji - Uruguay 27-30 Kamaishi Recovery Memorial Stadium
11 Gio 26 Sett B Italia - Canada 48-7 Fukuoka Hakatanomori Stadium
12 Gio 26 Sett C Inghilterra - Stati Uniti 45-7 Kobe Misaki Stadium
13 Sab 28 Sett C Argentina - Tonga 28-12 Hanazono Rugby Stadium
14 Sab 28 Sett A Giappone - Irlanda 19-12 Shizuoka Stadium Ecopa
15 Sab. 28 Sett B Sudafrica - Namibia 57-3 City of Toyota Stadium
16 Dom 29 Sett D Georgia - Uruguay 33-7 Kumagaya Rugby Stadium
17 Dom 29 Sett D Australia - Galles 25-29 Tokyo Stadium
18 Lun 30 Sett A Scozia - Samoa 12:15 Kobe Misaki Stadium
19 Mer 2 Ott C Francia - Stati Uniti 9:45 Fukuoka Hakatanomori Stadium
20 Mer 2 Ott B Nuova Zelanda - Canada 12:15 Oita Stadium
21 Gio 3 Ott D Georgia - Fiji 7:15 Hanazono Rugby Stadium
22 Gio 3 Ott A Irlanda - Russia 12:15 Kobe Misaki Stadium
23 Ven 4 Ott B Sudafrica - Italia 11:45 Shizuoka Stadium Ecopa
24 Sab 5 Ott D Australia - Uruguay 7:15 Oita Stadium
25 Sab 5 Ott C Inghilterra - Argentina 10:00 Tokyo Stadium
26 Sab 5 Ott A Giappone - Samoa 12:30 City of Toyota Stadium
27 Dom 6 Ott B Nuova Zelanda - Namibia 6:45 Tokyo Stadium
28 Dom 6 Ott C Francia - Tonga 9:45 Kumamoto Stadium
29 Mar 8 Ott B Sudafrica - Canada 12:15 Kobe Misaki Stadium
30 Mer 9 Ott C Argentina - Stati Uniti 6:45 Kumagaya Rugby Stadium
31 Mer 9 Ott A Scozia - Russia 9:15 Shizuoka Stadium Ecopa
32 Mer 9 Ott D Galles - Fiji 11:45 Oita Stadium
33 Ven 11 Ott D Australia - Georgia 12:15 Shizuoka Stadium Ecopa
34 Sab 12 Ott B Nuova Zelanda - Italia 6:45 City of Toyota Stadium
35 Sab 12 Ott C Inghilterra - Francia 10:15 International Stadium Yokohama
36 Sab 12 Ott A Irlanda - Samoa 12:45 Fukuoka Hakatanomori Stadium
37 Dom 13 Ott B Namibia - Canada 5:15 Kamaishi Recovery Memorial Stadium
38 Dom 13 Ott C Stati Uniti - Tonga 7:45 Hanazono Rugby Stadium
39 Dom 13 Ott D Galles - Uruguay 10:15 Kumamoto Stadium
40 Dom 13 Ott A Giappone - Scozia 12:45 International Stadium Yokohama

CLASSIFICHE
(Tra parentesi la differenza punti)

Pool A: Giappone 9 (+27), Irlanda 6 (+17), Samoa* 5 (+25), Russia 0 (-45), Scozia* 0 (-24). *una partita in meno.
Pool B: ITALIA 10 (+66), Sudafrica 5 (+44), Nuova Zelanda* 4 (+10), Namibia 0 (-79), Canada* 0 (-41). *una partita in meno.
Pool C: Inghilterra 10 (+70), Argentina 6 (+14), Francia* 4 (+2), Tonga 0 (-48), Stati Uniti* 0 (-38). *una partita in meno.
Pool D: Galles 9 (+33), Australia 6 (+14), Georgia 5 (-3), Uruguay 4 (-23), Figi 2 (-21).


Quarti di Finale 
41 Sab 19 Ott – QF1: 1 Pool C - 2 Pool D 9:15 Oita Stadium
42 Sab 19 Ott – QF2: 1 Pool B - 2 Pool A 12:15 Tokyo Stadium
43 Dom 20 Ott – QF3: 1 Pool - 2 Pool C 9:15 Oita Stadium
44 Dom 20 Ott – QF4: 1 Pool - 2 Pool B 12:15 Tokyo Stadium

Semifinali 
45 Sab 26 Ott – SF1:  QF1 - QF2 10:00 International Stadium Yokohama
46 Dom 27 Ott – SF2: QF3 - QF4 10:00 International Stadium Yokohama

Finali
47 Ven 1 Nov – Finale terzo posto 10:00 Tokyo Stadium
48 Sab 2 Nov – Finale 10:00 International Stadium Yokohama
Ultimo aggiornamento: 18:04 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Noi, viaggiatori compulsivi con destinazione “ovunque

di Mauro Evangelisti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma