Rugby, l'Italdonne oggi in Inghilterra si gioca tutto, record di presenze per Sara Barattin

Sabato 9 Marzo 2019 di Christian Marchetti
Sara Barattin
Sono arrivati i risultati storici, i sorrisi più belli, finanche gli articoloni sui giornali. Tutte felici e contente le azzurre della Nazionale femminile di Andrea Di Giandomenico. Da qui in poi, però, dovranno resettare tutto, un colpo di spugna e via. Oggi sabato 9 marzo, alle 13 italiane (diretta streaming su Eurosport Player, differita tv Eurosport 2), sarà caccia grossa per Manuela Furlan e le altre. Contro l'Inghilterra, al "Sandy Park" di Exeter, si giocheranno un pezzo e mezzo di Sei Nazioni. Avete letto bene: le inglesi conducono la classifica con 15 punti, a sole 3 lunghezze le italiane che arrivano Oltremanica con un ruolino impressionante e cioè quello "0" alla voce sconfitte dal 24 febbraio 2018. Da lì sono arrivati i successi in Galles e a Padova contro la Scozia (Championship scorso), nei test match contro Scozia e Sudafrica, infine le due vittorie e il pareggio di questo torneo. Ora la puntata più difficile di questa bellissima serie tv, opposte alla seconda forza del ranking mondiale (loro sono settime).

RECORD
Una sfida attesissima che nasce già sotto il segno dei record. Prima di tutto il primato di spettatori nello stadio degli Exeter Chiefs, dove secondo quanto annuncia la federazione inglese sono già stati staccati poco meno di 10.000 biglietti (mai accaduto per un incontro fuori dal contesto della Coppa del Mondo), e quello di presenze per Sara Barattin. La 32enne trevigiana numero 9 del Villorba ed ex capitana dell'Italdonne conquisterà infatti il suo cap numero 88, raggiungendo Michela Tondinelli in vetta a questa speciale classifica. Undicesima nella graduatoria riservata alle atlete delle migliori sei nazionali del Vecchio Continente che vede in testa proprio una "Red Rose": la leggendaria Rochelle Clark, con 137.
Diversi dunque i motivi per volare al prossimo match sulle ali dell'entusiasmo. Un clima mai vissuto nella storia del rugby italiano. Non solo: ieri, la Fir ha annunciato la nascita di un progetto ben strutturato per la pallovale in rosa che porterà, tra l'altro, alla creazione di una Nazionale Under 20 oltre che al potenziamento della squadra Maggiore e della compagine Seven.

CAMBI
Messa da parte l'ultima vittoria della serie con l'Irlanda a Parma, e dopo il duro lavoro al raduno di Bologna, Di Giandomenico ha scelto il XV titolare. Saranno due i cambi rispetto al gruppo artefice del 29-27 sulle Irish: Beatrice Rigoni lascia il posto fra i trequarti a Jessica Busato per subentrare all’apertura (fuori Veronica Madia). Tra le riserve, la rientrante Maria Magatti. Tra le confermate Giada Franco, 22enne flanker e sorta di trequarti aggiunta autrice di due mete a Parma. La prima a scendere in campo sarà Michela Sillari, al suo cap numero 50.
"Siamo consapevoli di quanto sia impegnativa la prossima partita - il commento del ct dell'Italdonne - Finora abbiamo lavorato focalizzandoci sulla nostra prestazione e siamo soddisfatti. L’analisi della partita di Lecce col Galles (3-3, ndr) ci ha fornito uno spunto importante per affrontare l’Irlanda in maniera più efficace. Continuiamo in questa direzione. Sognando, anche se il nostro non è un semplice sogno bensì un progetto che portiamo avanti allenamento dopo allenamento, match dopo match, per elevare la qualità della nostra prestazione".
Massima attenzione, anzitutto, alla difesa: "Sarà fondamentale per mettere pressione a un gruppo efficace e potente tra le avanti, ma dotato anche di trequarti veloci e fisiche con una grande capacità di alternare il gioco al piede con quello alla mano".
Mettere in ghiaccio i complimenti e gli attestati di stima. Ripartire da zero per rincorrere l'impensabile.

Le titolari:
15 Manuela FURLAN (Iniziative Villorba Rugby, 71 caps) - CAPITANO
14 Aura MUZZO (Iniziative Villorba Rugby, 10 caps)
13 Michela SILLARI (Rugby Colorno, 49 caps)
12 Jessica BUSATO (Iniziative Villorba Rugby, 7 caps)
11 Sofia STEFAN (Valsugana Rugby Padova, 48 caps)
10 Beatrice RIGONI (Valsugana R. Padova, 35 caps)
9 Sara BARATTIN (Iniziative Villorba Rugby, 87 caps)
8 Elisa GIORDANO (Valsugana Rugby Padova, 35 caps)
7 Giada FRANCO (Rugby Colorno, 9 caps)
6 Ilaria ARRIGHETTI (Stade Rennais, Francia, 40 caps)
5 Giordana DUCA (UR Capitolina, 10 caps)
4 Valentina RUZZA (Valsugana R. Padova, 27 caps)
3 Lucia GAI (Valsugana Rugby Padova, 60 caps)
2 Melissa BETTONI (Stade Rennais, Francia, 51 caps)
1 Gaia GIACOMOLI (Rugby Colorno, 16 caps)

A disposizione:
16 Lucia CAMMARANO (Belve Rugby NeroVerdi, 19 caps)
17 Silvia TURANI (Rugby Colorno, 8 caps)
18 Sara TOUNESI (Rugby Colorno, 8 caps)
19 Valeria FEDRIGHI (Stade Toulousain, Francia, 13 caps)
20 Francesca SBERNA (Kawasaki Robot Calvisano, (2 caps)
21 Francesca SGORBINI (Rugby Colorno, esordiente)
22 Maria MAGATTI (CUS Milano, 26 caps)
23 Camilla SARASSO (Biella Rugby Club, 2 cap)

Così l'Italia nel Torneo:
Scozia - Itala, 7-28
Glasgow, Scotstoun Stadium, 1 febbraio 2019
 
Italia - Galles, 3-3
Lecce, Stadio Via del Mare, 9 febbraio 2019

Italia - Irlanda, 29-27
Parma, Stadio S. Lanfranchi, 23 febbraio 2019

Inghilterra - Italia
Exeter, Sandy Park, 9 marzo 2019, 12.05 locali 

Italia - Francia
Padova, Stadio Plebiscito, 17 marzo 2019, 14.30 

La classifica:
Inghilterra 15
Italia 12
Francia 11
Irlanda 7
Galles 2
Scozia 0   Ultimo aggiornamento: 09:37 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Chi tira tardi per spiare i cellulari

dei figli, con l’incognita password

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma