Rugby, oggi a Colorno la “festa del sorriso” per ricordare Filippo Cantoni: mete, borse di studio e terzo tempo per tutte le età

Domenica 16 Settembre 2018
Una festa, un inno alla vita, una catena infinita di sorrisi per ricordare i valori del mondo del rugby, a cominciare dall'amicizia, e per onorare il ricordo di Filippo Cantoni.

Oggi, domenica 16  in collaborazione con il Rugby Colorno, l’associazione onlus Sostegno Ovale organizzerà al Centro sportivo di via Pertini, la quinta edizione de “Il sorriso che non si dimentica”, una giornata di festa all’insegna dello sport e dell’amicizia in memoria di Filippo Cantoni, azzurro under 18 e promessa del rugby italiano, venuto prematuramente a mancare nel gennaio 2014 per le conseguenze di un incidente stradale. Il padre Stefano è consigliere federale della Fir, impegnato nella condivisione dei valori del rugby nei contesti sociali più difficili come quello delle carceri.


Filippo Cantoni

Dalle 9.45 in campo tantissimo rugby parmense, con la partecipazione degli amici piemontesi del Settimo Torinese: in programma i tornei amichevoli Old, U18 e Seniores che affiancheranno il primo incontro ufficiale di Barrage U16, valido per l’accesso al Campionato Nazionale Elite.

A sottolineare l’importanza di una crescita costante del movimento rugbistico femminile, parteciperanno anche il capitano delle Furie Rosse campionesse d’Italia, Veronica Madia, e l’ambasciatrice della squadra, la sindaca di Colorno Michela Canova, che daranno il calcio d’inizio alla prima partita della giornata.

Alle 10.30 prenderà il via anche il torneo di beach volley organizzato in collaborazione con Energy Volley di Parma.

Alle 18 la cerimonia di premiazione delle squadre finaliste e, subito dopo, l'assegnazione e la consegna delle tre borse di studio Filippo Cantoni.

La colonna sonora della giornata sarà orchestrata da Radio Bruno, media partner dell’evento.

Terzo tempo a oltranza anche per i palati più raffinati: non solo il tradizionale menù della club house “Al Travacon”, ma anche il pesce fritto della Pescheria Blu Ranieri e la torta fritta con la spalla cotta de “La Beccheria” di Parma.

Oltre 50 i volontari che sono resi disponibili per curare ogni dettaglio della manifestazione.  














  © RIPRODUZIONE RISERVATA