Gli All Blacks dei fratelli Barrett dilagano con il Canada, la Francia risolve sul finale contro gli Stati Uniti

Gli All Blacks dei fratelli Barrett dilagano con il Canada, la Francia risolve sul finale contro gli Stati Uniti
di Christian Marchetti
5 Minuti di Lettura

Casetta davvero piccolina quella del Canada (o "Canadà", per chi ricorda quella vecchia canzone in auge a Sanremo 1957). Bella capiente però per gli All Blacks, capace di violarla in nove occasioni e vincere 63-0. Finora il punteggio più pesante registrato in questa World Cup. Fino a ieri guidava questa speciale classifica il +54 del Sudafrica sulla Namibia. Un'imbiancata che non replica la Francia contro gli Stati Uniti: Bleus vittoriosi 33-9 e 5 punti in tasca ma confusionari e non sempre a proprio agio tra le linee difensive delle Eagles, più di quanto non dica il punteggio finale.

L'undicesimo giorno di gare al Mondiale giapponese è quello della "missione compiuta" a Fukuoka per i transalpini, ora secondi nella durissima pool C dietro all'Inghilterra e davanti all'Argentina. Il tecnico Jacques Brunel mescola le carte ma, tra un pasticcio e l'altro, oltre alle dieci penalità concesse, deve aspettare l'ultimo quarto d'ora per vedere il cammino dei suoi in discesa. Anzi, all'intervallo è solo 12-6 per i Galletti. Mete di Huget (5') e Raka (23'), più una trasformazione di Ramos; contro due piazzati di MacGinty. E quando, al 64', sempre grazie a MacGinty gli americani vanno sul -3, Brunel ha la faccia di chi vorrebbe essere da tutt'altra parte. Tra il 66' e il 78' arrivano tuttavia le marcature di Fickou, Serin e Poirot, tutte trasformate dal man of the match Camille Lopez.  

E passiamo alla Nuova Zelanda. Grande festa allo stadio di Oita per la famiglia Barrett: delle nove mete messe a segno dalla squadra di Steve Hansen (una di punizione, o "tecnica" per gli appassionati della prima ora), tre vengono dai fratelli Jordie (8'), Beauden (35') e Scott (44'). Anzi, all'80' Beauden ha anche l'opportunità di segnare la doppietta, poi sfumata perdendo l'ovale a cinque metri dalla linea correndo a 200 all'ora. Da Weber (due), Williams, Ioane e Frizell le altre segnature. Tutte (eccezion fatta, ovviamente, per quella di punizione) trasformate da Mo'unga, migliore in campo. "Good-control rugby", lo definisce Hansen, che vede ora i suoi al secondo posto della pool B, ancora guidata dall'Italia. Curiosità: Savea è entrato in campo con gli occhiali protettivi resi celebri dall'azzurro McKinley. Si tratta del debutto assoluto di questo strumento a una Coppa del Mondo.

Domani, 3 ottobre, alle 7.15 italiane, bella sfida a Higashiosaka tra Georgia e Fiji: chi vince blinda il terzo posto della poule D utile per la qualificazione a Francia 2023. Alle 12.15, impegno sulla carta facile per l'Irlanda opposta alla Russia a Kobe. Diretta streaming su www.rugbyworldcup.com.  
  

IL PALINSESTO DELLA RAI

4 ottobre – Sudafrica - Italia – Ore 11:35 (Rai2)
5 ottobre – Inghilterra - Argentina – Ore 9:45 (RaiSport + HD)
12 ottobre – Nuova Zelanda - Italia – Ore 6:35 (Rai2)
12 ottobre – Inghilterra - Francia – Ore 10 (RaiSport + HD)
19 ottobre – Quarti di finale – Ore 9 (RaiSport + HD)
19 ottobre – Quarti di finale – Ore 12:05 (RaiSport + HD)
20 ottobre – Quarti di finale – Ore 9 (RaiSport + HD)
20 ottobre – Quarti di finale – Ore 12:05 (RaiSport + HD)
26 ottobre – Semifinale – Ore 9:50 (RaiSport + HD)
27 ottobre – Semifinale – Ore 9:50 (RaiSport + HD)
1 novembre – Finale 3/4 posto – Ore 9:50 (RaiSport + HD)
2 novembre – Finale – Ore 9:50 (RaiSport + HD)

RISULTATI

Fase preliminare 
1 Ven 20 Sett A Giappone - Russia 30-10 Tokyo Stadium
2 Sab 21 Sett D Australia - Fiji 39-21 Sapporo Dome
3 Sab 21 Sett C Francia - Argentina 23-21 Tokyo Stadium
4 Sab 21 Sett B Nuova Zelanda - Sudafrica 23-13 International Stadium Yokohama
5 Dom 22 Set B Italia - Namibia 47-22 Hanazono Rugby Stadium
6 Dom 22 Sett A Irlanda - Scozia 27-3 International Stadium Yokohama
7 Dom 22 Sett C Inghilterra - Tonga 35-3 Sapporo Dome
8 Lun 23 Sett D Galles - Georgia 43-14 City of Toyota Stadium
9 Mar 24 Sett A Russia - Samoa 9-34 Kumagaya Rugby Stadium
10 Merc 25 Sett D Fiji - Uruguay 27-30 Kamaishi Recovery Memorial Stadium
11 Gio 26 Sett B Italia - Canada 48-7 Fukuoka Hakatanomori Stadium
12 Gio 26 Sett C Inghilterra - Stati Uniti 45-7 Kobe Misaki Stadium
13 Sab 28 Sett C Argentina - Tonga 28-12 Hanazono Rugby Stadium
14 Sab 28 Sett A Giappone - Irlanda 19-12 Shizuoka Stadium Ecopa
15 Sab. 28 Sett B Sudafrica - Namibia 57-3 City of Toyota Stadium
16 Dom 29 Sett D Georgia - Uruguay 33-7 Kumagaya Rugby Stadium
17 Dom 29 Sett D Australia - Galles 25-29 Tokyo Stadium
18 Lun 30 Sett A Scozia - Samoa 34-0 Kobe Misaki Stadium
19 Mer 2 Ott C Francia - Stati Uniti 33-9 Fukuoka Hakatanomori Stadium
20 Mer 2 Ott B Nuova Zelanda - Canada 63-0 Oita Stadium
21 Gio 3 Ott D Georgia - Fiji 7:15 Hanazono Rugby Stadium
22 Gio 3 Ott A Irlanda - Russia 12:15 Kobe Misaki Stadium
23 Ven 4 Ott B Sudafrica - Italia 11:45 Shizuoka Stadium Ecopa
24 Sab 5 Ott D Australia - Uruguay 7:15 Oita Stadium
25 Sab 5 Ott C Inghilterra - Argentina 10:00 Tokyo Stadium
26 Sab 5 Ott A Giappone - Samoa 12:30 City of Toyota Stadium
27 Dom 6 Ott B Nuova Zelanda - Namibia 6:45 Tokyo Stadium
28 Dom 6 Ott C Francia - Tonga 9:45 Kumamoto Stadium
29 Mar 8 Ott B Sudafrica - Canada 12:15 Kobe Misaki Stadium
30 Mer 9 Ott C Argentina - Stati Uniti 6:45 Kumagaya Rugby Stadium
31 Mer 9 Ott A Scozia - Russia 9:15 Shizuoka Stadium Ecopa
32 Mer 9 Ott D Galles - Fiji 11:45 Oita Stadium
33 Ven 11 Ott D Australia - Georgia 12:15 Shizuoka Stadium Ecopa
34 Sab 12 Ott B Nuova Zelanda - Italia 6:45 City of Toyota Stadium
35 Sab 12 Ott C Inghilterra - Francia 10:15 International Stadium Yokohama
36 Sab 12 Ott A Irlanda - Samoa 12:45 Fukuoka Hakatanomori Stadium
37 Dom 13 Ott B Namibia - Canada 5:15 Kamaishi Recovery Memorial Stadium
38 Dom 13 Ott C Stati Uniti - Tonga 7:45 Hanazono Rugby Stadium
39 Dom 13 Ott D Galles - Uruguay 10:15 Kumamoto Stadium
40 Dom 13 Ott A Giappone - Scozia 12:45 International Stadium Yokohama

CLASSIFICHE
(Tra parentesi la differenza punti)

Pool A: Giappone 9 (+27), Irlanda 6 (+17), Scozia 5 (+10), Samoa 5 (-9), Russia 0 (-45). 
Pool B: ITALIA 10 (+66), Nuova Zelanda 9 (+73), Sudafrica 5 (+44), Namibia 0 (-79), Canada 0 (-104).
Pool C: Inghilterra 10 (+70), Francia 9 (+26), Argentina 6 (+14), Tonga 0 (-48), Stati Uniti 0 (-62).
Pool D: Galles 9 (+33), Australia 6 (+14), Georgia 5 (-3), Uruguay 4 (-23), Figi 2 (-21).

Quarti di Finale 
41 Sab 19 Ott – QF1: 1 Pool C - 2 Pool D 9:15 Oita Stadium
42 Sab 19 Ott – QF2: 1 Pool B - 2 Pool A 12:15 Tokyo Stadium
43 Dom 20 Ott – QF3: 1 Pool - 2 Pool C 9:15 Oita Stadium
44 Dom 20 Ott – QF4: 1 Pool - 2 Pool B 12:15 Tokyo Stadium

Semifinali 
45 Sab 26 Ott – SF1:  QF1 - QF2 10:00 International Stadium Yokohama
46 Dom 27 Ott – SF2: QF3 - QF4 10:00 International Stadium Yokohama

Finali
47 Ven 1 Nov – Finale terzo posto 10:00 Tokyo Stadium
48 Sab 2 Nov – Finale 10:00 International Stadium Yokohama

Mercoledì 2 Ottobre 2019, 16:03
© RIPRODUZIONE RISERVATA