Gli All Blacks dei fratelli Barrett dilagano con il Canada, la Francia risolve sul finale contro gli Stati Uniti

Mercoledì 2 Ottobre 2019 di Christian Marchetti
Casetta davvero piccolina quella del Canada (o "Canadà", per chi ricorda quella vecchia canzone in auge a Sanremo 1957). Bella capiente però per gli All Blacks, capace di violarla in nove occasioni e vincere 63-0. Finora il punteggio più pesante registrato in questa World Cup. Fino a ieri guidava questa speciale classifica il +54 del Sudafrica sulla Namibia. Un'imbiancata che non replica la Francia contro gli Stati Uniti: Bleus vittoriosi 33-9 e 5 punti in tasca ma confusionari e non sempre a proprio agio tra le linee difensive delle Eagles, più di quanto non dica il punteggio finale.

L'undicesimo giorno di gare al Mondiale giapponese è quello della "missione compiuta" a Fukuoka per i transalpini, ora secondi nella durissima pool C dietro all'Inghilterra e davanti all'Argentina. Il tecnico Jacques Brunel mescola le carte ma, tra un pasticcio e l'altro, oltre alle dieci penalità concesse, deve aspettare l'ultimo quarto d'ora per vedere il cammino dei suoi in discesa. Anzi, all'intervallo è solo 12-6 per i Galletti. Mete di Huget (5') e Raka (23'), più una trasformazione di Ramos; contro due piazzati di MacGinty. E quando, al 64', sempre grazie a MacGinty gli americani vanno sul -3, Brunel ha la faccia di chi vorrebbe essere da tutt'altra parte. Tra il 66' e il 78' arrivano tuttavia le marcature di Fickou, Serin e Poirot, tutte trasformate dal man of the match Camille Lopez.  

E passiamo alla Nuova Zelanda. Grande festa allo stadio di Oita per la famiglia Barrett: delle nove mete messe a segno dalla squadra di Steve Hansen (una di punizione, o "tecnica" per gli appassionati della prima ora), tre vengono dai fratelli Jordie (8'), Beauden (35') e Scott (44'). Anzi, all'80' Beauden ha anche l'opportunità di segnare la doppietta, poi sfumata perdendo l'ovale a cinque metri dalla linea correndo a 200 all'ora. Da Weber (due), Williams, Ioane e Frizell le altre segnature. Tutte (eccezion fatta, ovviamente, per quella di punizione) trasformate da Mo'unga, migliore in campo. "Good-control rugby", lo definisce Hansen, che vede ora i suoi al secondo posto della pool B, ancora guidata dall'Italia. Curiosità: Savea è entrato in campo con gli occhiali protettivi resi celebri dall'azzurro McKinley. Si tratta del debutto assoluto di questo strumento a una Coppa del Mondo.

Domani, 3 ottobre, alle 7.15 italiane, bella sfida a Higashiosaka tra Georgia e Fiji: chi vince blinda il terzo posto della poule D utile per la qualificazione a Francia 2023. Alle 12.15, impegno sulla carta facile per l'Irlanda opposta alla Russia a Kobe. Diretta streaming su www.rugbyworldcup.com.  
  

IL PALINSESTO DELLA RAI

4 ottobre – Sudafrica - Italia – Ore 11:35 (Rai2)
5 ottobre – Inghilterra - Argentina – Ore 9:45 (RaiSport + HD)
12 ottobre – Nuova Zelanda - Italia – Ore 6:35 (Rai2)
12 ottobre – Inghilterra - Francia – Ore 10 (RaiSport + HD)
19 ottobre – Quarti di finale – Ore 9 (RaiSport + HD)
19 ottobre – Quarti di finale – Ore 12:05 (RaiSport + HD)
20 ottobre – Quarti di finale – Ore 9 (RaiSport + HD)
20 ottobre – Quarti di finale – Ore 12:05 (RaiSport + HD)
26 ottobre – Semifinale – Ore 9:50 (RaiSport + HD)
27 ottobre – Semifinale – Ore 9:50 (RaiSport + HD)
1 novembre – Finale 3/4 posto – Ore 9:50 (RaiSport + HD)
2 novembre – Finale – Ore 9:50 (RaiSport + HD)


RISULTATI

Fase preliminare 
1 Ven 20 Sett A Giappone - Russia 30-10 Tokyo Stadium
2 Sab 21 Sett D Australia - Fiji 39-21 Sapporo Dome
3 Sab 21 Sett C Francia - Argentina 23-21 Tokyo Stadium
4 Sab 21 Sett B Nuova Zelanda - Sudafrica 23-13 International Stadium Yokohama
5 Dom 22 Set B Italia - Namibia 47-22 Hanazono Rugby Stadium
6 Dom 22 Sett A Irlanda - Scozia 27-3 International Stadium Yokohama
7 Dom 22 Sett C Inghilterra - Tonga 35-3 Sapporo Dome
8 Lun 23 Sett D Galles - Georgia 43-14 City of Toyota Stadium
9 Mar 24 Sett A Russia - Samoa 9-34 Kumagaya Rugby Stadium
10 Merc 25 Sett D Fiji - Uruguay 27-30 Kamaishi Recovery Memorial Stadium
11 Gio 26 Sett B Italia - Canada 48-7 Fukuoka Hakatanomori Stadium
12 Gio 26 Sett C Inghilterra - Stati Uniti 45-7 Kobe Misaki Stadium
13 Sab 28 Sett C Argentina - Tonga 28-12 Hanazono Rugby Stadium
14 Sab 28 Sett A Giappone - Irlanda 19-12 Shizuoka Stadium Ecopa
15 Sab. 28 Sett B Sudafrica - Namibia 57-3 City of Toyota Stadium
16 Dom 29 Sett D Georgia - Uruguay 33-7 Kumagaya Rugby Stadium
17 Dom 29 Sett D Australia - Galles 25-29 Tokyo Stadium
18 Lun 30 Sett A Scozia - Samoa 34-0 Kobe Misaki Stadium
19 Mer 2 Ott C Francia - Stati Uniti 33-9 Fukuoka Hakatanomori Stadium
20 Mer 2 Ott B Nuova Zelanda - Canada 63-0 Oita Stadium
21 Gio 3 Ott D Georgia - Fiji 7:15 Hanazono Rugby Stadium
22 Gio 3 Ott A Irlanda - Russia 12:15 Kobe Misaki Stadium
23 Ven 4 Ott B Sudafrica - Italia 11:45 Shizuoka Stadium Ecopa
24 Sab 5 Ott D Australia - Uruguay 7:15 Oita Stadium
25 Sab 5 Ott C Inghilterra - Argentina 10:00 Tokyo Stadium
26 Sab 5 Ott A Giappone - Samoa 12:30 City of Toyota Stadium
27 Dom 6 Ott B Nuova Zelanda - Namibia 6:45 Tokyo Stadium
28 Dom 6 Ott C Francia - Tonga 9:45 Kumamoto Stadium
29 Mar 8 Ott B Sudafrica - Canada 12:15 Kobe Misaki Stadium
30 Mer 9 Ott C Argentina - Stati Uniti 6:45 Kumagaya Rugby Stadium
31 Mer 9 Ott A Scozia - Russia 9:15 Shizuoka Stadium Ecopa
32 Mer 9 Ott D Galles - Fiji 11:45 Oita Stadium
33 Ven 11 Ott D Australia - Georgia 12:15 Shizuoka Stadium Ecopa
34 Sab 12 Ott B Nuova Zelanda - Italia 6:45 City of Toyota Stadium
35 Sab 12 Ott C Inghilterra - Francia 10:15 International Stadium Yokohama
36 Sab 12 Ott A Irlanda - Samoa 12:45 Fukuoka Hakatanomori Stadium
37 Dom 13 Ott B Namibia - Canada 5:15 Kamaishi Recovery Memorial Stadium
38 Dom 13 Ott C Stati Uniti - Tonga 7:45 Hanazono Rugby Stadium
39 Dom 13 Ott D Galles - Uruguay 10:15 Kumamoto Stadium
40 Dom 13 Ott A Giappone - Scozia 12:45 International Stadium Yokohama

CLASSIFICHE
(Tra parentesi la differenza punti)

Pool A: Giappone 9 (+27), Irlanda 6 (+17), Scozia 5 (+10), Samoa 5 (-9), Russia 0 (-45). 
Pool B: ITALIA 10 (+66), Nuova Zelanda 9 (+73), Sudafrica 5 (+44), Namibia 0 (-79), Canada 0 (-104).
Pool C: Inghilterra 10 (+70), Francia 9 (+26), Argentina 6 (+14), Tonga 0 (-48), Stati Uniti 0 (-62).
Pool D: Galles 9 (+33), Australia 6 (+14), Georgia 5 (-3), Uruguay 4 (-23), Figi 2 (-21).


Quarti di Finale 
41 Sab 19 Ott – QF1: 1 Pool C - 2 Pool D 9:15 Oita Stadium
42 Sab 19 Ott – QF2: 1 Pool B - 2 Pool A 12:15 Tokyo Stadium
43 Dom 20 Ott – QF3: 1 Pool - 2 Pool C 9:15 Oita Stadium
44 Dom 20 Ott – QF4: 1 Pool - 2 Pool B 12:15 Tokyo Stadium

Semifinali 
45 Sab 26 Ott – SF1:  QF1 - QF2 10:00 International Stadium Yokohama
46 Dom 27 Ott – SF2: QF3 - QF4 10:00 International Stadium Yokohama

Finali
47 Ven 1 Nov – Finale terzo posto 10:00 Tokyo Stadium
48 Sab 2 Nov – Finale 10:00 International Stadium Yokohama © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Noi, viaggiatori compulsivi con destinazione “ovunque

di Mauro Evangelisti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma