Tokyo 2020, record di positivi al Covid (1.832) da gennaio: cresce l'allarme per le Olimpiadi

Tokyo 2020, è record di positivi al Covid in città da gennaio: cresce l'allarme per le Olimpiadi
2 Minuti di Lettura
Mercoledì 21 Luglio 2021, 14:44 - Ultimo aggiornamento: 16:30

Le Olimpiadi di Tokyo 2020 continuano a preoccupare. Il numero dei contagiati al Covid-19 tra atleti e addetti ai lavori sale ancora, ma non è l'unico. A due giorni dalla cerimonia di apertura della trentaduesima edizione dei Giochi, nella città giapponese si è registrato il record di infezioni giornaliere con 1.832 casi, il massimo da metà gennaio. Nella capitale e nelle tre prefetture circostanti è attualmente in vigore il "quasi" stato di emergenza, con durata fino al 22 agosto.

Tokyo, aumentano i contagi in città

La commissione di esperti medici che assiste l'esecutivo ha avvertito sulle possibili situazioni di criticità circa una possibile spirale dei contagi da coronavirus, che potrebbe raggiungere le 2.600 positività giornaliere già nelle prima settimana di agosto, e dunque in pieno svolgimento delle Olimpiadi. «In meno di due settimane la situazione sarà ben più acuta della terza ondata», hanno riferito gli esperti in un rapporto pubblicato la scorsa settimana. Il record di infezioni a Tokyo è stato stabilito l'8 gennaio con 2.520 casi.

L'Associazione dei medici di Tokyo ha indicato che il numero di pazienti affetti da Covid ricoverati negli ospedali ammonta a 2.400, quasi il doppio di quelli presenti a fine giugno. Allarmista anche il presidente dell'Associazione nazionale di categoria, Toshio Nakagawa, che nel corso di una conferenza ha dichiarato che «la quinta ondata del virus è già in corso».

© RIPRODUZIONE RISERVATA