Tokyo 2020, da Roma Montesacro al bronzo nel judo, Odette Giuffrida non si accontenta: «L'oro a Parigi» Il record europeo

Tokyo 2020, da Roma Montesacro al bronzo nel judo, Odette Giuffrida non si accontenta: «L'oro a Parigi» Il record europeo
di Gianluca Cordella, inviato a Tokyo
3 Minuti di Lettura
Domenica 25 Luglio 2021, 14:42 - Ultimo aggiornamento: 15:52

dal nostro inviato

TOKYO Voleva l’oro, è arrivato il bronzo. «Ma tanto vinco a Parigi 2024». Prima le lacrime, poi l’orgoglio della judoka. E alla fine Odette Giuffrida si gode la seconda medaglia olimpica della sua carriera. A Rio era stata d’argento, qui scende di un gradino sul podio, ma va benissimo così.

“Ero venuta a Tokyo per l'oro, ma questo bronzo ha un peso davvero importante – ha raccontato le 26enne in zona mista - perché viene dopo cinque anni duri, di cambiamenti, infortuni e ostacoli. E’ una medaglia piena di orgoglio. Un bronzo che trasformerò in oro: a Parigi me lo prendo». Parla da combattente la judoka romana di Montesacro, categoria 52 chili, e non potrebbe essere altrimenti visto il suo carattere e lo sport che fa. E visto soprattutto che con questa medaglia è diventata la prima atleta europea della sua categoria in grado di vincere due medaglie in due diverse edizioni dei Giochi olimpici.

Giuffrida: «Volevo l'oro, me lo prendo a Parigi. Questo trionfo per i cinque anni d'inferno»

Sul tatami della Budokan Arena, la corsa di Odette si è fermata in semifinale, dopo 3’11 di Golden score contro la beniamina di casa Uta Abe, che poi è andata a prendersi l’oro per una clamorosa festa in famiglia: il fratello Hifumi ha trionfato nella prova maschile, categoria 66 chili.

Ma Giuffrida è stata brava a resettare e ripartire. Ne ha fatto le spese l'ungherese Reka Pupp, battuta per Ippon nella finalina. Per l’Italia è la quarta medaglia della spedizione giapponese, la seconda di giornata dopo l’altro bronzo conquistato da Elisa Longo Borghini nel ciclismo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA