Rio 2016, doping: squalificata la russa Chermoshanskaya per Pechino 2008

Mercoledì 17 Agosto 2016 di Redazione Sport
Il Comitato olimpico internazionale ha deciso di squalificare la russa Yulia Chermoshanskaya vincitrice della staffetta 4x100 metri ai Giochi olimpici di Pechino 2008 a causa della positività accertata a sostanze proibite. «Il team della Federazione russa è stato squalificato per la staffetta 4x100 -spiega in una nota il Cio-. Le nuove analisi sui campioni della Chermoshanskaya a Pechino hanno accertato la positività allo stanozololo (derivato sintetico del testosterone ndr) e al dehydrochlormethyltestosterone».
La Chernoshanska è stata inoltre squalificata per la gara dei 200 a Pechino dove chiuse in ottava posizione. Con la decisione presa dal Cio l'oro nella staffetta passa al Belgio, argento alla Nigeria e bronzo al Brasile. Nei mesi scorsi il Cio ha condotto nuovi test su atleti che hanno preso parte ai Giochi di Pechino e Londra riscontrando 98 nuove positività; i campioni degli atleti vengono custoditi per 10 anni e possono esser soggetti a nuovi test con le metodologie scientifiche più avanzate. Ultimo aggiornamento: 11:21 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

"La signora che non può mangiare la ricotta perché..."

di Pietro Piovani