Moto Gp, Valentino Rossi si separa da Galbusera e si affida a Munoz: «Una bella scommessa»

Giovedì 3 Ottobre 2019
«Una bella scommessa». Così Valentino Rossi definisce, ai microfoni di Sky, la scelta condivisa con la Yamaha di separarsi a fine stagione da Silvano Galbusera e di affidare il ruolo di capotecnico a David Munoz. «Sinceramente non me l'aspettavo, ma dobbiamo cercare di essere più forti e più veloci e dovevamo cambiare qualcosa per migliorare la situazione del team», spiega il nove volte campione del mondo. «È stato un insieme di cose: da una parte la Yamaha vuole rafforzare il 'test team' e anche Silvano è contento di andare meno in giro. È un bel cambio, prendiamo un capotecnico della Moto2 che non ha esperienza ma è molto giovane e speriamo che ci porti idee differenti. È una bella scommessa, ma sono contento: primo perché anche Silvano è tranquillo e poi perché potranno esserci tante nuove motivazioni l'anno prossimo». Rossi parla anche del suo futuro dopo il 2020, quando scadrà il suo attuale accordo con la Yamaha: «I risultati dell'anno prossimo saranno importanti per sapere se sarà l'ultimo anno o se sarò ancora abbastanza veloce per continuare». Intanto, il 'Dottorè spera di cambiare marcia già da questo weekend in Thailandia: «L'anno scorso qui abbiamo avuto un bel weekend, siamo andati forti. Sono partito in prima fila, purtroppo non sono riuscito a salire sul podio e ho chiuso quarto ma ero competitivo. Vediamo domani come siamo messi e vediamo anche il tempo che è molto variabile». © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Il marito della sindaca e la tv: «L’unico Matteo è nostro figlio»

di Simone Canettieri

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma