COVID

Moto Gp, Doha: Rossi a caccia di punti e cautela di Viñales. Le strategie dei piloti

Giovedì 1 Aprile 2021
Moto Gp, Doha: Rossi a caccia di punti e cautela di Viñales. Le strategie dei piloti

Si avvicina il secondo appuntamento della Moto Gp: dalla voglia di rifarsi di Valentino Rossi alla pretattica del suo ex compagno Maverick Vinales, che si tiene ben lontano da pericolosi trionfalismi dopo aver vinto la prima gara della stagione. In mezzo tutti gli altri big della Moto Gp 2021 che, in attesa che torni Marc Marquez, vedono nello spagnolo della Yamaha la minaccia n°1 per chi vuole di vincere nel Gran Premio del Qatar seconda edizione.

Gp Qatar, vince Vinales davanti alle due Ducati. Lo spagnolo su Yamaha precede Zarco e Bagnaia

Bagnaia

Particolarmente positivo l'italiano della Ducati Francesco Bagnaia, che punta a far meglio rispetto alla terza posizione della scorsa settimana: «Abbiamo la possibilità di vincere, succederà anche in altri circuiti nel corso dell'anno. Il pacchetto è molto competitivo, la chance di vincere o salire sul podio c'è sempre. L'obiettivo - chiude Bagnaia - quest'anno sarà di essere competitivi e costanti in ogni circuito», così Bagnaia.

In Qatar Bagnaia è il più veloce di tutti: sua la pole del primo MotoGp

 

 

Morbidelli

Voltare pagina guardando a Doha: Morbidelli ci crede. «Dopo il Gp del Qatar ero un pò abbacchiato - ha dichiarato il pilota di Yamaha Petronas - giustamente, perché non è stata una buona gara, ma negli ultimi giorni sono riuscito a recuperare le energie, ora sono pronto ad affrontare questo weekend con la giusta motivazione e la giusta carica», così Morbidelli, che nel primo Gp ha concluso in 18a posizione. Sui problemi tecnici avuti domenica scorsa, il pilota del team Petronas aggiunge: «Non posso fare un quadro chiaro della situazione perché non è chiaro nemmeno a me. In griglia abbiamo avuto un problema con l'abbassatore della moto, ma poi anche durante la gara non ero veloce, puntare il dito su qualcosa di specifico per spiegare la mia mancanza di velocità ora ci risulta difficile. Quello che abbiamo cercato di fare è cambiare tutte le cose su cui abbiamo un dubbio, anche l'abbassatore, per cercare di affrontare in modo più normale questo weekend», ha concluso Morbidelli.

Rossi: «Voglio un Mondiale da protagonista. Con Morbidelli rivali e amici»

Viñales

Molto cauto Maverick Viñales: «Sarà cruciale lottare in ogni gara per puntare al titolo. Senza Vale non è cambiato molto, lui è ancora importante per la Yamaha e resterà tale per sempre. Dobbiamo restare cauti, non entusiasmarci troppo presto. Ho grande fiducia nella Yamaha, ma voglio restare concentrato gara dopo gara, senza esaltarci troppo presto», così lo spagnolo. «Dobbiamo restare cauti, non entusiasmarci troppo presto. Ho grande fiducia nella Yamaha, ma voglio restare concentrato gara dopo gara, senza esaltarci troppo presto». Poi il pilota Yamaha ha proseguito: «Buona partenza domenica. Cercheremo di migliorare, anche perchè Ducati da questo punto di vista ha fatto grandi progressi. È importante per poter gestire meglio le gomme nel corso della gara, siamo costretti a migliorare da questo punto di vista. Ho rivisto la gara solo una volta. Questo weekend sarà totalmente diverso, sarà importante non soffermarsi troppo sui passato. La pressione che sento è positiva, mi motiva», così lo spagnolo.

Gp del Qatar: Bagnaia in pole, Valentino Rossi chiude quarto

 

 

Mir

Più sintetico e lapidario il campione del mondo in carica Joan Mir, che in conferenza stampa ha dichiarato: «Sarà importante partire con il gruppo di testa e poi gestire la gara». Lo ha detto Mir in conferenza stampa a Doha, alla vigilia della seconda prova stagionale del motomondiale.

Yamaha e Ducati lanciano la sfida alla Suzuki iridata

Rossi

E ha fiducia nel suo team anche The Doctor: «Rispetto a quella dell'anno scorso la Yamaha ha fatto piccoli miglioramenti e il telaio nuovo curva un pò meglio, anche se il reale potenziale lo vedremo su pista più strette, non in Qatar dove ci sono curve di medio e largo raggio - afferma Valentino Rossio - Qualcosa è stato fatto pure nell'aerodinamica, recuperando qualche km di velocità massima, ma qui la differenza con la Ducati resta grande. Nel complesso questa M1 va un pò meglio, ma serve del tempo e altre piste per capire quanto. Dobbiamo cercare essere più veloci e forti dell'ultima gara in cui non siamo stati rapidi come volevo. Abbiamo visto i dati e cercheremo di cambiare qualcosa per avere più grip e salvare maggiormente le gomme. Sarà fondamentale domani nella Fp2 stare tra i primi dieci», così Valentino Rossi.

Losail, dominio Ducati nelle libere: Miller miglior tempo davanti a Bagnaia. 7° Morbidelli

Espargaro

Ottime notizie dall'Aprilia: già protagonista su questo circuito nei test prestagionali, ha chiuso settima con Espargaro, che alla vigilia del Gp ha caricato il team: «Possiamo ancora crescere, dobbiamo trovare qualche decimo in qualifica e aumentare il passo gara».

MotoGP 2021, Valentino Rossi: «In 26 anni di gare sono cambiato, ma la passione è la stessa»

Bastianini

Sul fronte Covid, a Losail è da segnalare quanto accaduto a Enea Bastianini: il pilota del team Esponsorama, tra i protagonisti di domenica con il 10° posto alla prima gara in MotoGP, ha avuto insieme alla fidanzata una notte insonne, dopo la seconda dose di vaccino. Febbre e vomito per entrambi, ma per ora non è a rischio la partecipazione di Enea al GP di Doha pervisto per questo weekend.

Moto Gp, Franco Morbidelli: «In Qatar sarà dura ma vogliamo essere tra i primi. Sono motivato»

Ultimo aggiornamento: 20:09 © RIPRODUZIONE RISERVATA