Dieci anni senza Sic: arriva in sala il documentario su Marco Simoncelli

Dieci anni senza Sic: arriva in sala il documentario su Marco Simoncelli
di Sergio Arcobelli
4 Minuti di Lettura
Lunedì 13 Dicembre 2021, 15:11

A 10 anni dalla scomparsa di Marco Simoncelli (20 gennaio 1987 – 23 ottobre 2011), arriva nelle sale SIC, il documentario Sky Original prodotto da Sky, Fremantle Italy e Mowe, distribuito come uscita evento al cinema da Nexo Digital solo il 28 e 29 dicembre (elenco sale su nexodigital.it). Un documentario arricchito dalle testimonianze di Valentino Rossi. Che racconta un particolare dell’amico: «Super Sic, ma anche super Pippo, dall’allegria contagiosa», lo chiamavano così gli amici, per quelle «gambe lunghe, l’aspetto buffo quando camminava, faceva già ridere».

SIC restituisce il ritratto intenso ed emozionante di un campione unico. Racconta una storia, quella di un bambino che aveva un sogno più grande dei propri limiti e che ha fatto di tutto per realizzarlo. Non racconta l’intera carriera del pilota romagnolo, bensì un momento specifico e limitato, il periodo di tre anni dal 2006 al 2008, in cui Marco arriva addirittura a pensare di smettere salvo poi circondarsi del team giusto e vincere il campionato del mondo della classe 250. Un mondiale iniziato da outsider, sofferto, strenuamente voluto, sorprendentemente meritato che porterà alla ribalta del mondo un nuovo talento italiano guascone, tostissimo e sempre sorridente.

Ma SIC racconta anche la vita di un bambino e poi di ragazzo allegro e scanzonato sempre pronto a divertirsi e a divertire con una battuta o mettendo un’auto di traverso tra le vie di Coriano, il tranquillo paese della “Motor Valley” romagnola dove è nato. Un ragazzo che, con le foto di Valentino Rossi nel diario, era convinto di diventare un giorno anche lui un “World Champion”.

Ad arricchire il racconto, le testimonianze e i ricordi di chi ha vissuto insieme a lui a cominciare dal padre, l’onnipresente Paolo Simoncelli, la storica fidanzata (la “morosa”) Kate Fretti, il compagno di mille sfide alla “cava”, nonché idolo e amico Valentino Rossi, il pilota Mattia Pasini amico d’infanzia e primo compagno di team ai tempi delle gare in minimoto, Carlo Pernat il manager del motomondiale, Paolo Beltramo, amico di Marco e storico inviato dai box, l’avversario più ostico lo spagnolo Alvaro Bautista, il Dottor Claudio Costa, il preparatore atletico Carlo Casabianca, l’artista dei caschi Aldo Drudi, i membri della squadra che insieme a lui hanno reso possibile la vittoria del mondiale, il capo tecnico Aligi Deganello, il meccanico Sanzio "Malabrocca" Raffaelli, l’allora direttore gestione sportiva gruppo Piaggio Giampiero Sacchi, e poi gli amici di sempre, quelli coi quali fare “lo scemo” e festeggiare al termine di ogni gara; il tutto arricchito con le telecronache di Guido Meda. Ognuno di loro descrive un tratto, svela un ricordo, fissa un momento di Marco Simoncelli e della sua vita, rendendo il docufilm un racconto intenso e positivo. Anche per via del linguaggio colorito che sta nel suo stesso nomignolo: Sic. “Sbattiamocene i coglioni”, gli ripeteva il capo tecnico quando la moto non andava per stimolarlo a ripartire nella gara successiva. O per l’irrefrenabile intercalare romagnolo “Diobò”, che Marco ripeteva quasi ad ogni frase.

SIC, il documentario su Simoncelli presentato a Milano

Oggi a Milano, al cinema Anteo, l’anteprima per la stampa, alla presenza del padre del pilota, Paolo Simoncelli e della regista Alice Filippi. Queste le dichiarazioni di Paolo Simoncelli: “Il problema più grosso di questo film è stata la mamma, voi la conoscete poco, non vuole fare niente su Marco, vorrebbe tenere tutto per sé e non fare uscire niente dalla sua cerchia familiare. E' stata una conquista, anche se ho rischiato il divorzio....Ma è andata bene, la mamma lo ha visto in anteprima e le è piaciuto tanto. Marco è diventato una leggenda, abbiamo creato una fondazione che sta funzionando benissimo. Non potevamo nasconderci. Dovevamo alimentare questo ricordo per coinvolgere la gente e mantenere Marco vivo. Sono felice di essere qui alla presentazione di questo documentario, sono contento di aver permesso questa cosa. E ringrazio tutti. Spero che Marco continui a vivere un po' di più con noi”. 

La prima nazionale di SIC si terrà a Riccione il 21 dicembre presso il Multiplex Giometti Cinema nel corso di una serata-evento organizzata anche con il supporto del Comune di Riccione e di APT Servizi, alla quale saranno presenti i protagonisti del docufilm e tanti personaggi di spicco del mondo del motorsport.

© RIPRODUZIONE RISERVATA