Ferrari alla prova del 9: oggi il via alle libere del GP di Ungheria

Venerdì 2 Agosto 2019 di Claudio Russo
Charles Leclerc
Ferrari alla prova del 9 nel GP d’Ungheria che s’inizia oggi e segna la chiusura di metà stagione, prima delle vacanze estive  (si riprenderà il 1° settembre in Belgio). Dopo 12 gare disputate con alti e bassi sconcertanti, la Scuderia ha dimostrato a Silverstone e ad Hockenheim di avere trovato, affidabilità  permettendo, un buon equilibrio nelle prestazioni. Merito dei tecnici guidati da Mattia Binotto che sembrano aver capito finalmente come far valere le doti delle SF90, continuandone lo sviluppo.
Si parla di una piccola, ma importante modifica alla sospensione anteriore. Spostando un braccetto della stessa a Maranello sono riusciti ad abbassare leggermente l’altezza quando la monoposto ha le ruote sterzate, creando una maggiore impronta della gomma sull’asfalto. Risultato più aderenza nelle curve lente, per risolvere quello che sinora era uno dei punti deboli della «rossa». Lo si è visto in Germania perchè le Ferrari non prendevano più distacchi imbarazzanti nelle parti tortuose del circuito. Un tipo di sospensione che pure con soluzioni diverse ha dato grandi vantaggi alla Mercedes, poi imitata da McLaren e Racing Point. 
Una soluzione che dovrebbe migliorare la competitività di Vettel e Leclerc all’Hungaroring. Binotto vede una Ferrari in crescita: «Questa gara - dice - è un’importante tappa per avere ulteriore conferma che la nostra vettura è migliorata. Potremo contare sugli elementi introdotti di recente ai quali si aggiungerà qualche modifica aerodinamica».
Questa situazione, oltre al secondo posto ottenuto in rimonta ad Hockenheim, ha rigenerato Vettel che non dimentica di avere vinto qui nel 2015 e nel ‘17: «Affrontiamo con fiducia una pista molto impegnativa per la macchina e per il pilota. Sorpassi difficili ma non impossibili se si è veloci». Leclerc è sereno: «Dagli errori si impara, quindi affronterò la corsa senza timori e con un po’di esperienza in più, che serve appunto a non sbagliare».
Intanto l’Alfa Romeo, retrocessa in Germania dal 7°e 8° di Raikkonen e Giovinazzi al 12° e 13° per un cavillo regolamentare che riguarda l’uso della frizione, ha presentato reclamo, in quanto a suo avviso non sono stati i piloti o la squadra a sbagliare, ma l’errore è stato indotto dal sistema elettronico del quale sono dotate tutte le vetture. La TV: diretta Sky Sport F1, prove libere dalle 11 e dalle 15. Ultimo aggiornamento: 11:47 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Sturni, Stefàno e Frongia: la corsa nel M5S che verrà

di Simone Canettieri

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma