Mercedes domina il terzo e ultimo giorno di test, la Ferrari preoccupa Binotto

Venerdì 21 Febbraio 2020 di Massimo Costa

Prima Valtteri Bottas, poi Lewis Hamilton. La Mercedes saluta i primi tre dei sei giorni totali di test collettivi con i migliori tempi assoluti. Il finlandese è il leader con 1'15"732 segnato con gomme supersoft questa mattina, poi ha ceduto la W11 al compagno di squadra Hamilton che con la medesima mescola ha ottenuto il tempo di 1'16"516. Ma con condizioni meteo e della pista (più lenta) molto differenti rispetto alla sessione mattutina.

Con le soft, confortanti i risultati ottenuti da Esteban Ocon con la Renault, terzo in 1'17"102, seguito da Lance Stroll con la Racing Point-Mercedes e Daniil Kvyat con l'Alpha Tauri-Honda mentre Antonio Giovinazzi, sesto con l'Alfa Romeo-Ferrari, ha montato le supersoft: i tre piloti sono racchiusi in tre decimi. Giovinazzi ha ottenuto il suo crono nel pomeriggio ed ha percorso ben 152 giri, nessuno come lui oggi. La Red Bull-Honda li segue con Max Verstappen e Alexander Albon che oggi si sono divisi la RB16. Entrambi hanno utilizzato Pirelli dure non cercando la prestazione. L'Alpha Tauri-Honda ha fatto girare nel pomeriggio Pierre Gasly, ma con gomme dure. La McLaren-Renault ha messo in macchina Lando Norris, pneumatici medi, mentre al mattino Carlos Sainz ha segnato il tempo con le dure.

Sebastian Vettel con la Ferrari nel turno pomeridiano ha proseguito il lavoro interrotto per circa tre ore al mattino per la rottura della power unit. Con le medie, il tedesco non ha fatto meglio di 1'18"384. Insufficiente la resa della Ferrari in questi primi tre giorni di test, soprattutto per una preoccupante mancanza di affidabilità. E le parole del team principal Mattia Binotto preoccupano: “Osservando il ritmo e ciò che potremmo valutare in termini di carico di carburante, che non si conosce mai, e in termini di modalità del motore, penso che non siamo in linea con gli altri. L’anno scorso di questi tempi eravamo più ottimisti. Credo che al momento gli altri siano più veloci di noi, quanto è però difficile da giudicare, esamineremo tutti i dati nei prossimi giorni. Preoccupati? Lo si è sempre quando non sei veloce come vorresti, ma è davvero troppo presto per esprimere giudizi. La cosa importante è lo sviluppo nella giusta direzione. E comunque ci sono 22 gare potenziali, c’è tempo per riprendersi. Ma aspettiamo l’Australia e consideriamo che ancora non abbiamo cercato la prestazione assoluta, senza ottimizzare la macchina sull’assetto ottimale”.

Sul sistema DAS inventato dalla Mercedes, Binotto ha dichiarato: “Abbiamo fiducia nel giudizio della FIA, valuteremo se svilupparlo o meno, ma se lo volessimo introdurre non potremmo farlo prima di metà stagione, progettazione e omologazione sarebbero un processo lungo. Più che rendere la vita difficile alla Mercedes con interrogazioni alla FIA vogliamo rendergliela difficile in pista. La prossima settimana vedrete una SF1000 molto simile a quella in pista ora, ma ci concentreremo sulla prestazione”.

Tornando agli altri piloti, nel pomeriggio, con le gomme dure, sulla Renault ha lavorato Daniel Ricciardo al posto di Ocon. Nicholas Latifi con la Williams-Mercedes sembra aver faticato più del previsto. Pomeriggio disastroso per Kevin Magnussen e la Haas-Ferrari che per una foratura è volato contro le barriere dopo appena 4 giri non tornando più in pista.

Venerdì 21 febbraio 2020, 3° giorno

1 - Valtteri Bottas (Mercedes) - 1'15"732 - 65 giri
2 - Lewis Hamilton (Mercedes) - 1'16"516 - 71
3 - Esteban Ocon (Renault) - 1'17"102 - 76
4 - Lance Stroll (Racing Point-Mercedes) - 1'17"338 - 115
5 - Daniil Kvyat (Alpha Tauri-Honda) - 1'17"427 - 62
6 - Antonio Giovinazzi (Alfa Romeo-Ferrari) - 1'17"469 - 152
7 - Daniel Ricciardo (Renault) - 1'17"574 - 93
8 - Max Verstappen (Red Bull-Honda) - 1'17"636 - 86
9 - Alexander Albon (Red Bull-Honda) - 1'18"154 - 82
10 - Pierre Gasly ( Alpha Tauri-Honda) - 1'18"213 - 58
11 - Carlos Sainz (McLaren-Renault) - 1'18"274 - 76
12 - Romain Grosjean (Haas-Ferrari) - 1'18"380 - 48
13 - Sebastian Vettel (Ferrari) - 1'18"384 - 100
14 - Lando Norris (McLaren-Renault) - 1'18"454 - 49
15 - Nicholas Latifi (Williams-Mercedes) - 1'19"004 - 72
16 - Kevin Magnussen (Haas-Ferrari) - 1'19"709 - 4

Ultimo aggiornamento: 25 Febbraio, 13:45 © RIPRODUZIONE RISERVATA