Formula 1, Leclerc promette: «Io e Seb saremo meno aggressivi». Vettel papà per la terza volta

Giovedì 28 Novembre 2019
Il Mondiale è compromesso da tempo ma quello che conta adesso in casa Ferrari è evitare le brutte figure, come quella accaduta a Interlagos. Su questo punto, dopo la reprimenda di Mattia Binotto prima e di John Elkann poi, tutti nel team di Maranello sono d'accordo, a cominciare dai protagonisti in negativo di due settimane fa in Brasile, Charles Leclerc e Sebastian Vettel, oggi diventato papà per la terza volta e quindi assente giustificato in conferenza ad Abu Dhabi. «Con Seb saremo meno aggressivi, l'incidente del Brasile non capiterà più», ha promesso oggi il giovane monegasco davanti ai media in vista dell'ultimo week end del Mondiale 2019 che si correrà sulla pista dell'emirato. Leclerc ha confermato ancora una volta che tutto è stato risolto: «Insieme a Mattia con Seb ci siamo chiariti e dal confronto siamo usciti sereni e uniti. Sappiamo che quello che è successo a Interlagos non deve più capitare - le parole del monegasco che ha risposto a più domande sulla vicenda- anche se devo dire che nella fattispecie c'è stata anche una buona dose di sfortuna perché il contatto è stato minimo e le conseguenze enormi. Serviranno più attenzione e spazio nei nostri duelli, ma restiamo liberi di lottare. Non abbiamo avuto direttive precise, possiamo sempre gareggiare uno contro l'altro, siamo entrambi forti e competitivi, ma dovremo concederci un pò di spazio in più. Per quanto ne so questa è l'unica direttiva che ci è stata data».

Dimenticato Interlagos, resta davanti l'ultima corsa della stagione che potrebbe rendere meno amara un'annata che si sperava molto più rosea: «Devo dire che, anche se l'inizio del campionato non è andato come volevamo, nel complesso è stato un bellissimo primo anno per me con la Ferrari. Le vittorie di Spa e Monza resteranno per sempre nella mia memoria e sarà bello provare a dare il massimo fino all'ultima curva dell'ultimo giro. So che per il terzo posto è durissima però non ho nulla da perdere e non lascerò nulla di intentato», ha concluso il monegesco prima di effettuare la tradizionale ricognizione a piedi del tracciato in compagnia dei suoi ingegneri per quello che è ormai anche una sorta di rito, un modo per cominciare a calarsi nell'atmosfera della gara. Che per il compagno di squadra Sebastian Vettel avrà stavolta un significato in più, con la nascita del suo terzo figlio, un maschietto che andrà a fare compagnia alle due sorelline Emily e Matilda. Il tedesco ha saltato tutte le attività della giornata di oggi a Yas Marina e sarà presente domani ad Abu Dhabi per la prima sessione di libere.
Ultimo aggiornamento: 18:22 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Sturni, Stefàno e Frongia: la corsa nel M5S che verrà

di Simone Canettieri

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma