Formula 1, Hamilton avvisa gli avversari: «Non ho intenzione di ritirarmi presto»

Martedì 6 Agosto 2019
Vittoria chiama vittoria e Lewis Hamilton non sembra insensibile al richiamo. È a un passo dai sette titoli mondiali di Michael Schumacher (per lui al momento sono 5 ma il sesto è bell'è pronto, avendo al momento 62 punti di vantaggio sul compagno Bottas), così come alle 91 vittorie in F1 del fuoriclasse tedesco (il britannico è ora a 81, con otto trionfi in 12 Gp solo quest'anno) e nonostante abbia compiuto 34 anni a gennaio, non ha in mente di ritirarsi. Lo fa sapere in un'intervista al britannico 'The Guardian': «Ho 34 anni, ma mi sento un pilota migliore che mai. Un giorno dovrò ritirarmi, ma in questo momento mi sento benissimo, sia fisicamente sia mentalmente». «Un giorno dovrò ritirarmi ma ora non ho intenzione di ritirarmi presto perché ho molto da fare, molto da guadagnare e da raggiungere, sia dentro sia fuori la macchina», ha aggiunge il pilota di Stevenage che poi tesse le lodi della Mercedes: «Non credo che ci accontenteremo mai. Abbiamo sempre con la stessa mentalità. Ci siamo riusciti perchè tutti lavoriamo sempre molto duramente. Nessuno è migliore di nessuno, ci completiamo a vicenda. Anzi - aggiunge Hamilton alla tredicesima stagione in F1 - voglio che la seconda metà dell'anno sia ancora migliore della prima metà. Il nostro è stato un viaggio fenomenale. Abbiamo ottenuto la nostra prima vittoria in Ungheria nel 2013 e siamo andati sempre più forte. La maggior parte delle persone che è ancora qui è la stessa di quando sono arrivato nel team. È stato finora un viaggio straordinario e sono entusiasta di vedere cosa potremmo fare di più insieme». © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Tutti in fila per la macchina mangia-plastica (che però è rotta)

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma