CORONAVIRUS

Sochi si candida per il doppio Gp, Imola e il Mugello sognano

Venerdì 5 Giugno 2020
Sochi si candida per il doppio Gp, Imola e il Mugello sognano

La Formula 1 del post Coronavirus punta ai doppi Gran Premi in nome della sicurezza sanitaria e del contenimento costi per una stagione che di certo passerà alla storia. Dopo quelli in Austria allo Spielberg e di Gran Bretagna a Silverstone, l'ultima novità è rappresentata dalla disponibilità della Russia a far correre due gare anche a Sochi con l'obiettivo di rendere più consistente un Mondiale che ha già perso per strada diversi appuntamenti importanti. Almeno questa è l'intenzione della proprietà americana che con Chase Carey conta di dare un quadro completo della stagione entro la fine di giugno dopo aver comunicato i primi otto Gran Premi del 2020 con il Gp d'Italia a Monza il prossimo 6 settembre a chiudere la prima parte del Mondiale in Europa.

Tante le ipotesi in ballo visto che tre appuntamenti sono a forte rischio, come Baku, Singapore e Suzuka, a cui vanno aggiunti i dubbi ricorrenti sul Brasile a Interlagos e sul Messico. E proprio su queste basi si sono moltiplicate le voci di possibili gare alternative anche in Italia in aggiunta a Monza, con il sogno mai sopito cullato dai circuiti di Imola e del Mugello. «Sarebbe una bella prospettiva e una grande suggestione», ha commentato il presidente dell'Autodromo di Imola, Uberto Selvatico Estense a FormulaPassion.it.

Ultimo aggiornamento: 6 Giugno, 09:49 © RIPRODUZIONE RISERVATA