Non solo Arsenal: fanno festa anche Barça, Psg e Borussia Dortmund

Domenica 28 Maggio 2017
1

Non solo Arsenal. Nella giornata dedicata alle coppe nazionali esultani anche Paris Saint Germain, Borussia Dortmund e Barcellona.

In Francia è il Psg a vincere la 100/a edizione della coppa di Francia, conquistando il trofeo per
l'undicesima volta, la terza consecutiva. Nessuna sorpresa nel risultato della sfida tra la corazzata di Unai Emery e la cenerentola Angers, ma la partita allo Stade de France è andata in maniera diversa rispetto alle attese. Il 93' il risultato era ancora sullo 0-0 e solo una sfortunata autorete di Cissokho ha consentito al Psg di passare in vantaggio e vincere l'incontro quando ormai i bianconeri speravano di aver conquistato i supplementari. Verratti, Cavani e gli altri fuoriclasse del Psg, impegnati in un forcing continuo quanto sterile, si sono trovati a festeggiare quando ormai si aspettava solo il fischio dell'arbitro per la continuazione. Molti dei loro avversari non sono riusciti a trattenere le lacrime per la beffa subita dopo aver tenuto testa senza grandi sofferenze alla squadra favorita. Il trofeo potrebbe valere ad Emery una riconferma, anche se pesano forse di più la brutta eliminazione dalla Champions League con il Barcellona e la mancata vittoria in campionato.


L'ex interista Maxwell solleva al cielo la coppa di Francia (foto AP)

E' il Borussia Dortmund invece ad aggiudicarsi la coppa di Germania: battuto 2-1 l'Eintracht Francoforte nella finale disputata allo stadio olimpico di Berlino. Dopo tre ko consecutivi nella partita decisiva, la squadra guidata ha Thomas Tuchel ha conquistato la quinta coppa nazionale della sua storia, ritrovando un successo che mancava dal 2012. Andato in vantaggio all'8' con Dembele, il Borussia ha subito al 29' il pareggio di Rebic, tornando poi avanti in maniera definitiva grazie ad un rigore trasformato con il cucchiaio da Aubemeyang – probabilmente al suo ultimo gol con la maglia giallonera - al 22' della ripresa.


Il Borussia Dortmund in festa dopo la conquista del trofeo (foto AP)

Il Barcellona saluta Luis Enrique vincendo 3-1 la finale di Coppa del Re contro l'Alaves. Per i blaugrana si tratta del 29/o successo nel torneo, il terzo consecutivo. L'incontro al 'Vicente Calderon' di Madrid non ha avuto storia, con il Barça che ha chiuso il primo tempo in ampio vantaggio grazie alle reti di Messi (30'), Neymar (45', in dubbio offside) e Paco Alcacer (48'), più che sufficienti a stroncare ogni velleità dell'Alaves che pure aveva trovato il pareggio su punizione al 33' con Hernandez. Nella ripresa, i blaugrana, privi di Suarez, hanno gestito il vantaggio senza difficoltà, alzando a volte improvvisamente il ritmo per cercare un poker che non è arrivato. Annullata per fuorigioco la rete del possibile 2-3 per i biancazzurri baschi, che nella loro storia avevano finora raggiunto solo una finale, quella di coppa Uefa 2001 persa con il Liverpool. Luis Enrique lascia con un bottino di nove trofei in tre anni. Lunedì, o poco dopo, si saprà il nome del suo successore.  


Luis Enrique chiude con un successo la sua esperienza sulla panchina del Barcellona (foto AP)

Ultimo aggiornamento: 00:47 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

L’asse Ficcardi–Cacciatore, la coppia che punta l’indice

di Simone Canettieri

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma