Psg a Manchester per l’impresa, Barça atteso al Calderon. Real Madrid, missione rimonta

Zlatan Ibrahimovic, 34 anni, attaccante del Psg
di Benedetto Saccà
2 Minuti di Lettura
Lunedì 11 Aprile 2016, 18:34 - Ultimo aggiornamento: 20:23

A 46 giorni dalla finale di Milano, la Champions League riprende il cammino, offrendo le sfide di ritorno dei quarti di finale. Si inizierà domani sera, ed è chiaro che da ogni angolo d’Europa si senta già coniugare all’infinito il verbo rimontare. In realtà, per fascino ed eleganza calcistica, la partita più interessante di domani sarebbe quelle che opporrà il Manchester City al Paris Saint-Germain, mentre sul piano della curiosità ad attirare l’attenzione sarà di certo la gara tra il Real Madrid e il Wolfsburg. All’Etihad Stadium, del resto, i Citizens di Pellegrini e il Paris di Blanc riaccenderanno i motori dopo aver confezionato un pari per 2-2 in Francia. Viceversa, nella cornice del Santiago Bernabeu, al Madrid di Zidane sarà consegnato l’obbligo (o l’ossessione) di risalire l’abisso dei due gol subìti, una settimana prima, in Germania. Impresa ardua, è chiaro.

Quanto ai duelli di mercoledì, vien da dedurre che siano già inclinati o, al più, ben orientati. Reduce da una duplice sconfitta in campionato, il Barcellona di Luis Enrique sarà l’ospite dell’Atletico Madrid, caduto per 1-2 al Camp Nou all’andata. Fra i colchoneros, mancherà lo squalificato Fernando Torres: e questo, a rifletterci, sembra un elemento dalla lettura ambigua, perché l’Atletico da un lato non disporrà di un calciatore decisivo e di una figura carismatica; e dall’altro, proprio per sopperire all’assenza e per colmarla, verserà tutto le energie possibili sul prato del Vicente Calderon. Arbitrerà Nicola Rizzoli.

Per concludere, ecco la partita tra il Benfica e il Bayern Monaco di Guardiola, vincitore all’Allianz Arena per 1-0. Logico e naturale attendersi una serena qualificazione dei tedeschi. Sorprendente, ma certo non impossibile, ritrovarsi a tarda sera a commentare un’impresa portoghese. Mettere in rilievo le lacune dei bavaresi è proibitivo: ma, forse, è l’unica via di salvezza.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA