Lazio, Milinkovic a tutti i costi,
la società stringe i tempi

Lazio, Milinkovic a tutti i costi, la società stringe i tempi
di Daniele Magliocchetti
3 Minuti di Lettura
Martedì 7 Luglio 2015, 05:48 - Ultimo aggiornamento: 20:07

ROMA Milinkovic-Savic a tutti i costi. Nonostante qualche difficoltà a sfoltire la rosa, la Lazio per il serbo è pronta un piccolo strappo alla regola. Il club ha capito che è il momento giusto, ha fretta e spinge per chiudere l'affare per il centrocampista. Il week-end, da questo punto di vista, ha portato novità positive, visto che gli agenti del calciatore hanno avuto più di qualche apertura da parte del Genk. Tra sabato e domenica ci sono stati colloqui e riunioni tra l'entourage della giovane mezzala e i dirigenti belgi, con i dirigenti biancocelesti alla finestra. Il messaggio dalle Fiandre è arrivato forte e chiaro: si può chiudere, ma bisogna farlo adesso. Lotito è convinto, anche perché sul ragazzo cominciano ad esserci troppi club e il rischio di scatenare un'asta è troppo grosso. Arsenal, Borussia Dortmund e più in lontananza il Manchester osservano, ma ancora non sono convinti.
OFFERTA PRONTA
Adesso o mai più. Nei giorni scorsi si è parlato di una trattativa serrata e di una proposta già avanzata al Genk, in realtà la Lazio ha mandato avanti i procuratori, con lo scopo di capire la situazione e soprattutto di far abbassare le pretese e sembra che la missione abbia avuto successo, considerando pure che l'estate scorsa i belgi lo pagarono 900.000 euro. Lotito è pronto a sborsare 5,5 milioni di euro cash, più un bonus di circa 800.000 euro alla prima presenza (escamotage finanziario già adottato in passato con Biglia, de Vrij, Parolo e Basta), includendo a parte incentivi relativi al futuro piazzamento della Lazio in campionato. Se, ad esempio, i biancocelesti dovessero arrivare secondi, ci sarebbe un gettone di circa 1 milione di euro o qualcosa di più che andrà direttamente nelle casse del Genk. A parte un'ottima commissione assicurata agli agenti, per Milinkovic-Savic è pronto un contratto di circa 650.000 euro a salire per i prossimi cinque anni. Quasi dieci volte di più rispetto a quello che guadagna attualmente, tra i 70-80.000 euro di stipendio. Pioli se l'è studiato tanto e gli piace in particolar modo per la sua personalità, forza e duttilità in mezzo al campo. Il desiderio dell'allenatore è averlo già ad Auronzo.
MORRISON A FORMELLO
In attacco la situazione non è così chiara. Borini scende, ma è la Lazio che si è autoimposta una frenata, non altri, mentre Bakambu resta stazionario e, per ora, troppo costoso. Un po' a sorpresa prova a risalire, proponendosi quasi in modo sfacciato, John Guidetti, fresco campione d'Europa Under 21 con la Svezia. Il giovane attaccante, tuttora svincolato, non ha mai nascosto il suo attaccamento per la Lazio (alcuni suoi parenti e amici vivono nella capitale) e tramite i propri procuratori sta cercando di avere una chance. Per il momento da Formello sono concentrati sul serbo, sulle uscite e tra queste potrebbe anche esserci qualche novità su Lulic. Intanto ieri Ravel Morrison si è presentato a Formello con un giorno d'anticipo, entusiasmando tutti