Lazio, frenata per Jardel: il Benfica alza il prezzo del difensore, ma Lotito non molla

Jardel Nivaldo Vieira
di Valerio Cassetta
2 Minuti di Lettura
Lunedì 6 Giugno 2016, 18:50 - Ultimo aggiornamento: 7 Giugno, 09:43

Il mercato è in fermento. Lotito e Tare, in attesa di svelare il nome del futuro allenatore della Lazio, stanno lavorando per puntellare la rosa. Sia in attacco che in difesa si prevedono grandi manovre. Non sarà facile sostituire i partenti Klose e Matri, tornato al Milan dopo la fine del prestito, ma il ds albanese proverà a portare a Formello uno tra Lapadula e Pavoletti. Tra colloqui e incontri, i dirigenti capitolini hanno già sondato il terreno con le rispettive società, Pescara e Genoa, riscontrando sensazioni positive ad un eventuale trasferimento anche dai diretti interessati. In difesa, invece, i vertici laziali sono alla ricerca di un centrale da affiancare a de Vrij.

Sembrava fatta per Jardel, brasiliano del Benfica classe 1986. La trattativa per il difensore, infatti, al momento si sarebbe arenata: il club lusitano avrebbe chiesto alla Lazio 12 milioni di euro, quattro in più rispetto alla prima richiesta (8 milioni). Lotito però non molla, e proverà fino all’ultimo a convincere i portoghesi, inserendo nell’affare qualche contropartita tecnica. Non si escludono colpi di scena, ma in Portogallo non intendono fare sconti a nessuno. Per Adriano, invece, c’è ottimismo. Il terzino si sta liberando a parametro zero dal Barcellona ed è pronto ad indossare la maglia della Lazio per i prossimi quattro anni a 2 milioni di euro a stagione. Atteso nella Capitale già nelle prossime ore, il brasiliano potrebbe ritardare l’arrivo in Italia di qualche giorno. Nessun ripensamento, solo il tempo di sbrigare le procedura per svincolarsi dal club spagnolo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA