Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Zaniolo, ipotesi prestito. Mourinho ha fretta: vorrebbe subito la rosa quasi al completo

Nicolò piace anche al Tottenham di Conte

Zaniolo, ipotesi prestito. Mourinho ha fretta: vorrebbe subito la rosa quasi al completo
di Gianluca Lengua
4 Minuti di Lettura
Sabato 25 Giugno 2022, 08:16 - Ultimo aggiornamento: 26 Giugno, 11:13

«Ho bisogno di pensare al futuro». José Mourinho, tre giorni dopo aver vinto la Conference League. Centomila persone ad osannarlo, tre pullman scoperti che hanno portato in trionfo i vincenti sotto il Colosseo. Era facile distrarsi e farsi coinvolgere dal momento, ma lui, dietro a quel sorriso, pensava già al domani. Come vincere ancora. José non si accontenta, vuole superare ogni limite, intraprendere nuove sfide e vincerle. Per riuscirci ha bisogno dei suoi uomini, di una squadra all'altezza degli obiettivi che ha prefissato la società: la qualificazione in Champions. Perché Mou, da solo, miracoli non può farli («Il successo è tutta una questione di strategia» ha detto a Sky Sports Uk). Per questo ha chiesto l'impossibile: una rosa pronta già a partire dal 5 luglio, primo giorno di raduno a Trigoria. Il timore principale risiede a centrocampo: José ha perso Mkhitaryan, Oliveira e presto saluterà Veretout. È arrivato Matic e tornerà dal prestito Villar. Intanto, il braccio di ferro con il Sassuolo per Frattesi non accenna a sbloccarsi. Il nazionale azzurro ha trovato l'accordo per il contratto, ma gli emiliani non lo liberano a meno di 30 milioni. Da Trigoria ne offrono 22/25 da cui va scalato il 30%.

Calciomercato Roma, Pinto accelera per Celik. Guedes vuole Mourinho, ma il Valencia spara alto


OFFERTI KEAN E ARTHUR
Sulla trequarti, invece, sembrerebbe segnato il destino di Zaniolo: c'è stato un vertice tra Pinto, Vigorelli e Cherubini in cui la Roma ha aperto anche alla possibilità del prestito con obbligo di riscatto. Ma senza abbassare le pretese sul prezzo che è fissato a 45/50 milioni. I bianconeri, invece, hanno risposto proponendo alcune contropartite tra cui Kean, Arthur e Ramsey, ma a Trigoria non sono interessati. L'offerta del prestito è stata fatta pure al Milan, mentre in Premier si è avvicinato il Tottenham (nell'incontro con Paratici si è parlato anche di Rodon). Tornando alla mediana, è questo il reparto che appare più in difficoltà: l'esigenza del regista rimane, anche se Matic può interpretare il ruolo oltre a quello di giocatore di rottura. È evidente che il mercato è lungo, le opportunità arriveranno e le altre squadre non hanno ancora messo a segno colpi rilevanti. Ma è altrettanto vero che la stagione comincerà il 13 agosto e prevede quattro partite a mercato aperto che potrebbero indirizzare la stagione (Salernitana, Cremonese, Juventus e Monza). Mourinho sa che non è possibile avere tutto e subito perché la società deve rispettare dei paletti imposti dalla Uefa e dal bilancio. Ma da uomo di sport conosce i tempi per plasmare i giocatori. Frattesi, ad esempio, proviene da una squadra di media classifica e da un ambiente con poche pressioni. L'impatto con il mondo Roma potrebbe non essere facile.

Zaniolo, fumata grigia: si allontana l'ipotesi di una cessione, troppo alte le pretese della Roma


CELIK SI AVVICINA
Ecco perché José ha chiesto il ritorno di Oliveira: «Lo andrei a prendere personalmente», ha detto un paio di settimane fa. La cessione al Fenerbahçe è in stand-by, perché Sergio vorrebbe tornare a Trigoria: i giallorossi hanno proposto il rinnovo del prestito per un anno, i lusitani vorrebbero l'acquisto a titolo definitivo. Vicina alla conclusione la trattativa per Celik: il terzino del Lille arriverà a circa 8 milioni più bonus, ha già l'accordo con il club (quinquennale a 2 milioni a stagione) e nei prossimi giorni potrebbe essere annunciato. La difesa, dunque, è il reparto al momento più pronto: Smalling, Mancini, Kumbulla e Ibanez sono intoccabili e ci sono due esterni per fascia (a destra Karsdorp e Celik, a sinistra Spinazzola, Zalewski e Vina all'occorrenza). Ma a Mou non basta, ha fretta di avere la rosa al completo. Perché per la Roma ha pianificato un futuro da vincente.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA