West Bromwich, bloccato il Liverpool nel boxing day. Mou pareggia

West Bromwich, bloccato il Liverpool nel boxing day. Mou pareggia
di Giuseppe Mustica
3 Minuti di Lettura
Domenica 27 Dicembre 2020, 21:22 - Ultimo aggiornamento: 22:42

Allardyce, il tecnico del West Bromwich, è l'unico a non uscire battuto da Anfield da quattro anni a questa parte, cioè da quando Klopp siede sulla panchina dei Reds. E lo ha fatto con quattro squadre diverse. E ad oggi è l'unico a non aver perso in questa stagione davanti alla Kop, nell'unica partita del Boxing Day dove sono stati ammessi i tifosi. Il Liverpool pareggia 1-1 contro la penultima della classe rimanendo sì in testa alla Premier, ma l'Everton di Ancelotti è lì, a sole tre lunghezze dai campioni in carica.

DIFESA A OLTRANZA

Il West Bromwich ha impostato una gara tutta difensiva, e alla fine si è portato via un punto quasi insperato. Soprattutto per quello visto nel primo tempo, dove il Liverpool nonostante le barricate della formazione ospite, è riuscita a sbloccare quasi subito con il gol di Manè (12'), abile a stoppare di petto il pallone profondo servitogli da Matip, e a battere col tocco di controbalzo Johnstone. Il canovaccio tattico della partita non è cambiato: gli ospiti hanno cercato di non prenderle (in fase difensiva era un 6-4) per poi dare il tutto per tutto nella seconda parte. E la beffa, per gli uomini di Klopp - che nel secondo tempo hanno comunque abbassato i ritmi - è arrivata al minuto 82: calcio d'angolo giocato all'indietro, movimento difensivo non perfetto e palla che arriva sulla testa di Ajayi che incorna alle spalle di Alisson. Gli ultimi 10' sono assedio puro, che portano al miracolo di Jonhstone sulla zuccata a colpo sicuro - e schiacciata - di Firmino. Ma il portiere del West Brom si supera e regala un punteggio quasi incomprensibile per come maturato nei 90'.

LEEDS OK

Nel pomeriggio il Leeds di Bielsa si prende tre punti assai importanti contro il Burnley. Decide Bamford, al 5', dal dischetto. E per l'attaccante è il 10° gol in 15 presenze in Premier League. Meglio di lui, in questo arco di tempo, hanno fatto solamente in due. La leggenda dei Whites Mark Viduka e Yeboha. Per il Loco momento importante: con l'affermazione di oggi si piazza a metà classifica senza grossi assilli. E allora potrebbe davvero diventare un divertimento vedere la sua squadra giocare. 

PARI NEL DERBY PORTOGHESE 
Finisce 1-1 il derby portoghese in panchina tra Espirito Santo e Mourinho. Wolverhampton e Tottenham non si fanno del male, ma è la squadra dello Special One a poter recriminare, perché passa in vantaggio proprio all'alba della partita e si fa raggiungere a pochi minuti dal termine. A portare in vantaggio gli Spurs ci pensa Ndombele al 1' con la botta dal limite dell'area. Poi la squadra di Mou cerca di gestire. Ma non lo fa con la solita sagacia tattica e, sopratutto, manca di quella cattiveria agonistica che l'ha sempre contraddistinta fino al momento. E nel finale, al minuto 86, arriva il pari, meritato, della truppa di Nuno Espirito Santo: angolo per i Wolves e colpo di testa in anticipo sul primo palo di Saiss che batte Lloris per il punteggio finale. Il Tottenham, con questo pareggio, supera per via della differenza reti il Manchester City e si piazza al quinto posto in classifica. Buona notizia invece per i padroni di casa: Raul Jimenez, dopo l'operazione alla testa per ricostruire la frattura del cranio, era allo stadio a guardare i suoi compagni da vicino. Il momento peggiore sembra davvero essere passato per l'attaccante messicano.

© RIPRODUZIONE RISERVATA