Vlahovic, scende in campo Elkann. Accordo raggiunto a 75 milioni, in 24 ore la fumata bianca

Vlahovic, scende in campo Elkann. Accordo raggiunto a 75 milioni, in 24 ore la fumata bianca
di Alberto Abbate
3 Minuti di Lettura
Martedì 25 Gennaio 2022, 10:59 - Ultimo aggiornamento: 27 Gennaio, 08:40

La notte ha portato consiglio, la mattina l'offerta giusta. Entro 24-48 ore è attesa comunque la fumata bianca. Per Dusan Vlahovic alla Juve scende in campo direttamente Elkann. Fiorentina presa alla gola a un anno e mezzo dalla scadenza, adesso addirittura è la dirigenza bianconera a giocare la partita con un ruolo di forza. E tergiversa sino all'ultimo per ottenere il prestito del serbo con l'obbligo di riscatto a 65 milioni più 10 di bonus. E' questa la cifra, ma i viola non vorrebbero avere rateizzazioni in cassa. Dettagli: la strada dell'affare è tutta in discesa, anche perché la società toscana non è quotata in borsa e può essere trovata una soluzione privata in qualsiasi maniera. Il bomber fra dopodomani e venerdì (salvo problemi legati alla sua positività) sarà a Torino per le visite mediche per legarsi alla Juve per 5 anni con uno stipendio monstre di 7 milioni ad annata. C'è da giorni l'accordo con l'entourage della punta, che sarebbe rimasta pure un altro anno a Firenze, libero poi di andare in bianconero a una cifra più bassa. Conscia di perderlo a parametro zero, la Fiorentina (disperata) decide così di forzare adesso l'uscita.

 

L'ira della Curva Fiesole

Contro Vlahovic si scaglia tuttavia la furia della tifoseria viola. Striscioni pesanti apposti nella notte fuori dal Franchi dagli ultrà: «Il rispetto non si conquista con i gol, gobbo di m...», le scritte firmate dalla curva Fiesole, ancora scottata da tanti “tradimenti” dell'ultimo trentennio da parte di giocatori viola – Roberto Baggio, Chiellini e, per ultimi, Bernardeschi e Chiesa – passati alla rivale storica. Non ci saranno trasferimenti al rovescio in questa trattativa. Perché rifiuta contropartite (per esempio, Kulusevski), la Fiorentina. La Juve risparmierà invece l'ingaggio di Morata, che aspetta solo il via libera per passare al Barcellona, che subentrerà nel pagamento del prestito da 10 milioni all'Atletico a fine annata. Chissà poi cosa succederà a Torino anche con il rinnovo di Dybala.

Rifondazione bianconera e Cabral

La rifondazione bianconera è iniziata. Ed è una sorpresa. Perché il budget stanziato dalla Juve per il mercato dei prossimi due anni era di 80 milioni, ma Agnelli-Elkann hanno deciso di fare un'eccezione per Vlahovic e di cogliere quest'occasione clamorosa e costosa, anche dal punto di vista delle commissioni (si parla di 18 milioni) per l'entourage della punta serba. Poco importa. L'ulteriore indizio che siamo a una svolta è evidente anche dall'atteggiamento della Fiorentina, pronta a sostituire Vlahovic con Cabral.

© RIPRODUZIONE RISERVATA