Euro 2020, qualificate Germania, Austria, Olanda e Croazia

Sabato 16 Novembre 2019 di Giuseppe Mustica
Serata che ha qualificato quattro squadre ai prossimi Europei. Parliamo di Germania e Olanda che avanzano a braccetto nello stesso raggruppamento e di Austria e Croazia che grazie alle vittorie conquistate stasera possono festeggiare.  
 
GIRONE C
 
Con l’affermazione sulla Bielorussia anche la Germania accede a Euro 2020. A bucare per primo gli uomini di Markhel, nel 4-0 finale, è stato Ginter a fine primo tempo che ha sfruttato l’assist di Gnabry. Nella ripresa Goretzka e Kroos hanno messo le cose al sicuro. Prima della doppietta del centrocampista del Real Madrid la Bielorussia ha sbagliato un calcio di rigore con Skavysh. Stacca il pass anche l’Olanda che, grazie allo 0-0 in trasferta contro l’Irlanda del Nord acquisisce la matematica certezza di giocarsi la fase finale della manifestazione. Non è stato semplice però per la squadra di Koeman che ha rischiato grosso soprattutto nel primo tempo quando Davis, dopo un fallo di Veltam, ha sbagliato il calcio di rigore che avrebbe permesso alla sua squadra di sperare ancora nella qualificazione. 
 
GIRONE E
 
Con la vittoria in rimonta sulla Slovacchia i vice campioni del Mondo della Croazia chiudono la storia nel girone E. A passare in vantaggio, come detto, sono stati gli ospiti con Bozenik. Nella ripresa però prima Vlasic e poi Petkovic, nello spazio di 4’, hanno rimesso le cose a posto per la squadra allenata da Dalic. Dell’ex interista Perisic il gol della tranquillità nel 3-1 finale. Vittoria esterna del Galles (0-2) che già nel primo tempo chiude la pratica Azerbaigian. Moore e Wilson regalano i tre punti che permettono a Bale e compagni di giocarsi il pass qualificazione nell’ultimo appuntamento contro l’Ungheria in casa. Una vittoria garantirebbe la qualificazione agli uomini di Ryan Giggs.
 
GIRONE G
 
Battendo 2-1 la Macedonia, anche l’Austria s’è assicurata un posto alla fase finale. Alaba al 7’ e poi Laimer al 3’ della ripresa i marcatori per la squadra del tedesco Foda. Inutile il gol in pieno recupero di Stojanovski. Nelle altre gare del girone che aveva già qualificato la Polonia, ci sono state le vittorie della Slovenia (1-0) sulla Lettonia grazie all’autorete di Tarasov e quella proprio dei polacchi in Israele (1-2) con gol di Krychowiak e del milanista Piatek. Dabbur e pochi minuti dal termine aveva accorciato le distanze. 
 
 
GIRONE I
 
Nel raggruppamento dove Russia e Belgio erano già qualificate, lo scontro al vertice ha visto prevalere Mertens e compagni. Proprio l’attaccante del Napoli è uscito anzitempo per un lieve infortunio, lo stesso ha rassicurato tifosi e compagni spiegando che sarà pronto per il prossimo appuntamento della sua nazionale di martedì prossimo. 1-4 il finale comunque in Russia con doppietta di Eden Hazard, rete del fratello Thorgan e sigillo di Lukaku. Dzhikiya in gol per i russi. Belgio, come l’Italia, unica squadra a punteggio pieno. Vittoria della Scozia a Cipro (1-2). Christie e McGin hanno regalato i tre punti alla squadra di Clarke. Inutile la zampata di Efrem. Perde ancora San Marino (1-3) contro il Kazakistan. Ma, oltre al risultato finale, c’è da che segnalare la nazionale sammarinese ritrova il gol dopo più di due anni grazie a Bernardi. L’ultima esultanza infatti risaliva al 4 settembre del 2017 quando Palazzi riuscì nell’impresa di bucare la difesa dell’Azerbaigian. Prima comunque c’erano state le reti di Zaynutdinov, Suyumbayev e Shcetkin. 
 


© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

´╗┐Sturni, Stefàno e Frongia: la corsa nel M5S che verrà

di Simone Canettieri

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma