Uragano Muzzi, Lupa seconda:
«Ci abbiamo sempre creduto»

Lunedì 3 Febbraio 2020 di Tiziano Pompili
E’ il “Ciro Immobile” del campionato di Promozione, tutto quello che tocca sembra diventare oro. Nicholas Muzzi, che già l’anno scorso aveva fatto un’ottima annata con la maglia della Lupa Frascati, sta facendo sognare il club tuscolano: con la rete di ieri realizzata nel 2-0 interno al Real Cassino l’attaccante classe 1996 ha raggiunto quota 23 sigilli personali, miglior bomber dell’intera categoria e non solo del girone D. «Sono contento per me, ma soprattutto per la squadra - dice con la consueta pacatezza ed umiltà – Col Real Cassino non era una partita semplice, loro erano molto chiusi e siamo stati bravi a sbloccarla con Fortunato nel primo tempo prima di raddoppiare a metà ripresa. Stiamo bene e lo abbiamo confermato».
 
In effetti il gruppo di mister Federico Pace sta tenendo ritmi incredibili: otto vittorie consecutive, undici nelle ultime dodici gare di campionato. E così la Lupa è arrivata a due punti dalla capolista Città di Monte San Giovanni Campano e ha staccato il Ferentino, ieri fermato sul 2-2 dall’Atletico Torrenova: «Noi non siamo sorpresi del rendimento che stiamo avendo – rimarca Muzzi – Anche se in molti ci snobbavano all’inizio, sapevamo di avere un ottimo organico e ora le nostre qualità stanno venendo fuori. Probabilmente certe concorrenti hanno costruito le loro squadre con risorse maggiori, ma noi siamo lì e vogliamo giocarcela fino all’ultimo».
 
Anche perché, a dispetto di tante voci, Muzzi ha deciso di rimanere alla Lupa Frascati anche a dicembre: «Non sono mancate proposte, anche di squadre di categoria superiore – rivela l’attaccante – Ma avevo preso un impegno morale con mister Pace e ho voluto mantenerlo». Nel prossimo turno la squadra frascatana giocherà sul campo del Ferentino per un big match ad alta tensione: «Andremo lì provando a fare la nostra partita e vincere, pur avendo il massimo rispetto degli avversari. Siamo in un grande momento e non ci vogliamo fermare».


© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Con la febbre in aeroporto non si finisce in quarantena

di Mauro Evangelisti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma