CORONAVIRUS

Bloccate le licenze Uefa e paletti più larghi per il Fair Play Finanziario

Martedì 21 Aprile 2020
Il calcio italiano s'intreccia inevitabilmente con quello europeo. E così mentre in via Rosellini a Milano i venti club di serie A votavano all'unanimità un documento per la ripresa del campionato giungeva la notizia di un blocco delle licenze Uefa.

A Nyon, dove è in corso un incontro con i segretari delle 55 federazioni calcistiche si è parlato anche di questo. La proposta, fatta il 1 aprile e pare approvata oggi, è quella di concedere più tempo alle federazioni per completare le procedure relative alle licenze per club, fino a quando saranno ridefinite le procedure di ammissione per la prossima edizione delle competizioni UEFA per club. Si è deciso anche di sospendere le norme sulle licenze relative alla preparazione e alla valutazione delle future dichiarazioni finanziarie dei club. Questa decisione vale esclusivamente per la partecipazione alle competizioni UEFA per club 2020/21. Di fatto saranno meno rigidi i paletti per accedervi.  Ultimo aggiornamento: 15:18
© RIPRODUZIONE RISERVATA