Assemblea Eca a Malta, l’Italia schiera Lotito contro Agnelli

Mercoledì 5 Giugno 2019 di Emiliano Bernardini
C’è grande attesa e un clima piuttosto teso per l’assemblea dell’Eca che si terrà a Malta domani e dopodomani. Come le altre leghe anche l’Italia sta facendo un documento condiviso che verrà firmato dai vari club. Servirà a rafforzare la posizione di Lotito come rappresentate della maggior parte delle squadre italiane all’assemblea di Malta. Premiata l’ottima relazione del numero uno della Lazio all’Assemblea di Madrid a maggio. In previsione della due giorni Agnelli, numero uno dell’European Club Association, ha inviato una lettera a tutti i membri del board parlando del tema del futuro delle competizioni Uefa per club, in particolare la Champions League, ricordando «il ruolo cruciale dell’Eca». L’obiettivo di Agnelli, sempre più isolato (Premier, Liga, Ligue1 e Bundes sono compatte e contrarie al progetto), è quello di gettare le basi per i cambiamenti per il post 2024 con la collaborazione tra Eca e Uefa. L’idea iniziale della discussione è quella di proporre una League 1 con 32 squadre: 24 che restano fisse nella competizione, e 8 che, invece, variano con 4 che retrocedono in una League 2, composta sempre da 32 club (con 20 che arrivano dai campionati nazionali) e una League 3 composta da 64 squadre che si qualificano tutte attraverso le competizioni nazionali. 
FIFA 
Intanto il presidente del Torino, Cairo in prima linea contro alla proposta dell’Eca, ha applaudito il capo dell’Eliseo, Macron che a sua volta si era detto contrario: «Ha colto il pericolo di un progetto sbagliato». Occhio interessato all’assemblea quello della Fifa che oggi nel Congresso rieleggerà Infantino, unico candidato, come presidente. 


© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

I lucchetti di Ponte Milvio si aprono con le chiavi di Villa Pamphili

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma