Tottenham-Liverpool, le pagelle: Alisson para tutto, Origi entra e segna

Sabato 1 Giugno 2019 di Salvatore Riggio
Una delle tante parate di Alisson
TOTTENHAM
 
LLORIS 6
Il francese voleva bissare con la Champions il mondiale vinto l’estate scorsa con la sua Francia. Invece, il suo sogno si ferma a Madrid.
 
TRIPPIER 6
Meglio in fase difensiva. Non spinge molto in attacco.
 
ALDERWEIRELD 5.5
Una partita sufficiente fino alla disattenzione del gol di Origi che al minuto 88 chiude il match e spegne ogni ambizione di rimonta degli Spurs.
 
VERTONGHEN 6
Avrebbe potuto fare meglio nel finale, ma non smette di lottare.
 
ROSE 6.5
Uno dei migliori del Tottenham. Bene quando chiude su Salah.
 
SISSOKO 5
Ingenuo perché il suo fallo di mano spalanca la strada al Liverpool.
 
WINKS 5
A centrocampo soffre il giro palla dei Reds.
 
ALLI 5
Prestazione altalenante. Sbaglia molto e il Tottenham ne risente.
 
ERIKSEN 5
Il giocatore più atteso. Si vede solo con una punizione nel finale che Alisson devia in angolo.
 
SON 6
Corre molto cercando di creare scompiglio nella retroguardia avversaria.
 
KANE 6
Mai pericoloso, ma non smette mai di duellare con i giocatori del Liverpool.
 
LUCAS MOURA 5.5
Questa volta l’eroe di Amsterdam non incide.
 
POCHETTINO 5.5
Per la cavalcata fino alla finale meriterebbe un bel voto, ma forse in questa partita ci voleva qualcosa in più.
 

LIVERPOOL
 
ALISSON 7.5
Quando il Liverpool è in affanno, c’è sempre lui che ci mette una pezza.
 
ALEXANDER-ARNOLD 7
Uno così, forse, non lo vorresti mai come avversario. Una gara perfetta.
 
MATIP 6.5
Una prestazione brillante, senza patemi.
 
VAN DIJK 6.5
Anche lui sbaglia poco. Una sicurezza nella notte di Madrid.
 
ROBERTSON 6
Non ha paura di sfornare assist su assist e di lottare con gli esterni del Tottenham.
 
HENDERSON 6.5
Quando c’è da contrastare gli Spurs, non si tira mai indietro.
 
FABINHO 6
Soffre le ripartenze del Tottenham, ma mantiene la calma necessaria per una gara del genere.
 
WJNALDUM 6
Cerca di fare il suo fino a quando è in campo, prima di essere sostituito da Milner.
 
SALAH 6.5
Pronti via segna il rigore del vantaggio. Si prende una bellissima rivincita dopo la finale persa a Kiev il 26 maggio 2018 contro il Real Madrid.
 
FIRMINO 4.5
Il peggiore in campo dei suoi. Non stava benissimo e si vede.
 
MANÉ 6
Corre molto, ma forse sbaglia un po’ troppo rispetto a quello che siamo abituati a vedere.
 
ORIGI 7
Entra e segna, meglio di così?
 
MILNER 6.5
Appena entra, sfiora il 2-0.
 
KLOPP 8
Non ha mai capito, ha detto alla vigilia, il motivo delle sei finali perse. Ma non conta non aver trovato la risposta. Da stasera è finalmente campione d’Europa.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

L’automobilista che da solo mette ko tram e ambulanza

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma