Torregrossa, esordio con gol! La Samp piega l'Udinese in rimonta

Sabato 16 Gennaio 2021 di Marco Callai
Torregrossa, esordio con gol! La Samp piega l'Udinese in rimonta

Ranieri azzecca i cambi e ribalta l’Udinese. A Marassi, la Sampdoria si rialza dopo la sconfitta nel derby contro lo Spezia e, in rimonta, conquista tre punti d’oro che, in attesa di Crotone-Benevento, significano parte sinistra della classifica. Torregrossa, all’esordio, è il match winner: dentro al 62’ per Quagliarella, all’81’ lo stacco vincente per il definitivo 2-1 dopo il pari firmato al 67’ da Candreva su rigore. L’Udinese gioca meglio per un’ora ma spreca molto e concretizza solo con De Paul al 55’ prima di pagare dazio alla stanchezza.

LA PARTITA Ranieri sostituisce lo squalificato Jankto con Damsgaard a sinistra, riposiziona Silva in cabina di regia e preferisce Quagliarella a Keita. Verre è il trequartista. E’ Lasagna il terminale offensivo di Gotti, con Pereyra a supporto.

La Samp imposta la bene la gara e cerca subito di schiacciare l’Udinese nella propria metà campo ma va in palese difficoltà in occasione delle ripartenze. Al 5’ Audero, con il corpo, blocca l’offensiva di Lasagna, ben lanciato da Zeegelaar. Al 19’ De Paul parte con improvvisa accelerazione da destra e sul suo cross rasoterra è Lasagna a impattare male il pallone. Due squilli Samp dopo il 25’: una “telefonata” di Verre non impensierisce Musso, bravo a metter in mostra riflessi felini sul successivo diagonale di Quagliarella. Gli ospiti attaccano a pieno organico e in velocità, la Samp rischia di capitolare alla mezz’ora: Yoshida mura Lasagna e poi è Audero, da terra, a deviare. L’Udinese va ancora a un passo dal vantaggio al 41’ con un destro a giro dai 25 metri di De Paul. Audero battuto, traversa piena.

Non cambia la musica nella ripresa. L’Udinese è sempre pericolosa ogni qualvolta passa la metà campo. Al 55’ De Paul va in percussione e riesce a trovare lo spazio per tre conclusioni: Colley e Audero respingono le prime due, la terza è quella vincente. Ranieri prova a rianimare una squadra spenta con un triplo cambio: Keita, Torregrossa e Thorsby prendono il posto di Verre, Quagliarella e Damsgaard. Al 64’, di petto, Samir salva su una ravvicinata botta di Thorsby. Poco dopo contatto Mandragora-Candreva nell’area dell’Udinese e per Sacchi non ci sono dubbi. Rigore. Candreva si incarica della trasformazione e, dopo Inter e Spezia, firma il suo terzo gol consecutivo.

L’Udinese accusa la stanchezza, la Sampdoria sembra in grado di poterne approfittare. All’81’, su cross dalla sinistra di Augello, la torsione di Torregrossa è perfetta e vale il gol del 2-1. Gli ingressi di Nestorovski e Molina non aiutano gli ospiti a reagire, solo palle inattive facili prede di Audero e della retroguardia. In pieno recupero i blucerchiati si divorano il terzo gol con Keita ma il rimpianto dura un minuto. Il fischio finale di Sacchi decreta un successo molto importante per la classifica. Samp a quota 23, l'Udinese chiude la settima partita consecutiva senza vittorie. 
 


© RIPRODUZIONE RISERVATA