Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Il Napoli batte il Torino con il sinistro di Fabian Ruiz. Insigne sbaglia un rigore

Prodezza di Fabian Ruiz e il Napoli batte il Torino. Insigne sbaglia un rigore
di Pasquale Tina
3 Minuti di Lettura
Sabato 7 Maggio 2022, 17:06 - Ultimo aggiornamento: 17:34

Il Napoli fa un passo importante verso il terzo posto. Gli azzurri conquistano la dodicesima vittoria in trasferta battendo a domicilio il Torino di Juric. Decisiva la prodezza di Fabian, tra i migliori della  squadra di Spalletti che gioca con autorità e conquista un successo meritato. Resta imbattuta la difesa: non accadeva da febbraio, dal successo  contro il Venezia.

Torino-Napoli 0-1, cronaca e tabellino

Luciano Spalletti conferma il 4-2-3-1 visto con il Sassuolo. Lobotka resta in panchina, spazio al tandem Anguissa-Fabian. Davanti tocca a Mertens e Osimhen. Il Toro parte forte e ha un sussulto all’8’ con il colpo di testa di Belotti (Koulibaly è in ritardo) su cui Ospina è molto attento. Il Napoli poi guadagna metri e orchestra bene la manovra. Anguissa e Fabian si fanno sentire in mediana, Osimhen difende bene il pallone contro Bremer e consente ai compagni di appoggiarsi e poi ripartire. Il numero 9 si costruire una buona occasione al 15’: riceve bene da Di Lorenzo, difende il pallone e incrocia rasoterra, ma Berisha è attento. L’occasione più ghiotta per il Napoli arriva al 22’: Prontera punisce con una punizione da fuori area per un contatto tra Belotti e Koulibaly. Mertens calcia bene, ma la deviazione in angolo è decisiva e fa sfumare l’occasione.

Insigne sbaglia un calcio di rigore

Il Toro ha subito un sussulto in avvio, ma è il Napoli ad  attaccare  con maggiore convinzione. Gli azzurri hanno la possibilità di passare in vantaggio al 14’: Osimhen anticipa Bremer sull’assist di Insigne e di tacco trova Mertens, atterrato in area da Izzo. Prontera assegna il calcio di rigore, ma Berisha è bravo a neutralizzare la conclusione di Insigne e il risultato resta sullo 0-0. Il capitano del Napoli ha un’altra  grande occasione: parte in profondità, si accentra ma il recupero di Izzo sulla conclusione di Insigne – che non serve Lozano – è provvidenziale. Juric cambia la mediana: tocca a Linetty e Pobega. Belotti ha un’altra possibilità, ma il suo diagonale è fuori di poco. Spalletti inserisce Politano  per uno spento Lozano e Zielnski, al posto di Mertens.

Il gol di Fabian Ruiz

Il Napoli sblocca l’equilibrio al 28’: Fabian ruba palla a Pobega ed entra in area, Osimhen gli libera lo spazio e lo spagnolo da dentro l’area non sbaglia firmando l’1-0. Spalletti cambia ancora: rientra Lobotka in mediana ed Elmas sostituisce capitan Insigne. Juric cerca il pareggio e negli ultimi dieci minuti sceglie le due punte con l’accoppiata Pellegri-Belotti per trovare il pareggio. Il più pericoloso è proprio il Gallo con una punizione insidiosa al 43’, ma Ospina è attento.  Finisce così. Il Napoli è ad un passo dal terzo posto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA