Tor Sapienza, Anselmi archivia il 6-0:
«Ripartiamo subito con il Muravera»

Martedì 10 Settembre 2019 di Federico Feliciello
La sconfitta poteva essere messa in preventivo, ma il passivo è arrivato in maniera troppo pesante. È stata una gara senza storie quella disputata allo stadio Ianniello di Frattamaggiore dove la Pro Calcio Tor Sapienza ha subito un tennistico 6-0 dalla Turris Calcio, candidata già dal precampionato alla vittoria finale del girone G di serie D. Eppure dopo il successo al debutto contro l’Anagni, la voglia dei gialloverdi di mister Anselmi era quella di cavalcare l’onda dell’entusiasmo e di andare in terra campana per proporre un calcio offensivo e provare a fare risultato contro una formazione temibile. L’atteggiamento del Tor Sapienza non ha portato i suoi frutti e la Turris ne ha approfittato per colpire l’avversario nei momenti chiave del match. Oltre la forza e l’elevato tasso tecnico dei partenopei, la differenza l’hanno fatta anche gli episodi girati in maniera del tutto sfavorevole alla Pro Calcio, rimasta sotto 2-0 al 30’ del primo tempo con un uomo in meno, per il doppio giallo a D’Astolfo, e costretta a fare i conti con l’infortunio del terzino Ruggiero. Pragmatico il tecnico Fabrizio Anselmi che ha analizzato il ko senza particolari indugi: «La Turris si è dimostrata una squadra di un altro livello, tecnicamente superiore a tutte le altre compagini del girone. Hanno costruito una rosa per vincere il campionato e non dimentichiamoci che l’anno scorso hanno tenuto testa al Bari fino alla fine. Oltretutto abbiamo incontrato una squadra in un grande stato di grazia che ha approfittato di tutte le nostre incertezze. Abbiamo fatto bene fino al gol dell’1-0, poi l’espulsione di D’Astolfo e l’infortunio di Ruggiero ci hanno tagliato le gambe». Anselmi è rammaricato solo per un aspetto: «Mi aspettavo dai ragazzi un atteggiamento diverso dopo il 2-0. Avremmo dovuto utilizzare l’intelligenza di non crollare e cercare di limitare i danni. Ci siamo sbilanciati in avanti per cercare un episodio favorevole e così facendo abbiamo lasciato il campo agli avversari che ci hanno punito con questo passivo abbastanza pesante». 
Alla seconda giornata gli errori sono ancora concessi, soprattutto per una matricola come la Pro Calcio, la sconfitta servirà per riflettere meglio perché i gialloverdi nei momenti di difficoltà ne sono sempre usciti alla grande: «Il ko non pregiudica nulla, sapevamo che la salvezza non passa dalle partite contro corazzate importanti come la Turris, bisogna analizzare al meglio questo tipo di gare per capire dove migliorare. È stata una brutta giornata in cui tutto è girato storto, ma la squadra ha grande carattere e reagirà subito a partire da domenica prossima».
Anselmi infatti non vuole perdersi d’animo e già guarda verso il prossimo match contro il Muravera (1 punto in 2 giornate), in cui è obbligatorio ripartire e guadagnare tre punti per il riscatto: «Abbiamo la consapevolezza che domenica prossima il nostro obiettivo saranno unicamente i tre punti. Per raggiungere la salvezza bisogna vincere contro questo tipo di squadre in casa. Siamo una squadra giovane che ha la forza e l’entusiasmo per ripartire e durante la settimana lavoreremo sulla testa per cancellare il passo falso con la Turris».
 


© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Gli straordinari delle maestre con gli stracci per pulire l’aula

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma