Tivoli, Tornatore entra e decide:
«Brucia star fuori, ma conta vincere»

Lunedì 25 Novembre 2019 di Tiziano Pompili
La Tivoli è ufficialmente rientrata in corsa. La squadra di mister Paris ha vinto un pesantissimo scontro diretto sul campo dell’Eretum Monterotondo per 3-2 e lo ha fatto in rimonta: dopo l’iniziale gol di Teti ribaltato dai padroni di casa, è arrivato nella ripresa il 2-2 dello stesso Teti e poi la zampata decisiva di Diego Tornatore a poco più di dieci minuti dalla fine:
 
«Una vittoria meritatissima in una gara da “dentro o fuori” – dice l’attaccante irpino classe 1984, al quinto gol in campionato – Già nel primo tempo avremmo meritato molto di più e invece per quindici minuti di black out ci eravamo ritrovati sotto all’intervallo. Nella ripresa la squadra è stata concentrata e determinata e ha portato a casa un successo molto importante». Diegol è partito dalla panchina (per la seconda volta nella gestione Paris) e ha deciso il match: «Stare fuori brucia e non mi fa certamente piacere anche se rispetto la scelta dell’allenatore. Ma in questo momento la cosa più importante è il risultato di squadra e quello di ieri è stato fondamentale».
 
Sette squadre raccolte in appena tre punti: la vetta del girone A vede un traffico intensissimo: «Le più pericolose? Credo Real Monterotondo Scalo e Unipomezia, che ha la miglior difesa del torneo attualmente. Noi siamo partiti con la retromarcia ingranata collezionando 5 punti nelle prime cinque gare e ora dobbiamo rincorrere, anche se siamo di nuovo nel “mucchio” delle pretendenti».
 


© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Sturni, Stefàno e Frongia: la corsa nel M5S che verrà

di Simone Canettieri

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma