Tivoli sull’ottovolante, Fiorini poker:
«Volevamo riscattare il primo pari»

Martedì 11 Settembre 2018 di Tiziano Pompili
Un 2-2 all’esordio sul difficile campo del Poggio Fidoni che aveva lasciato l’amaro in bocca. Ma la Tivoli 1919 ha subito risposto con una reazione veemente, quasi “violenta”: domenica scorsa ne ha fatto le spese l’Accademia Calcio Roma che è tornata a casa con un pesante 8-1 sul groppone. La parte del leone in casa tiburtina, manco a dirlo, l’ha recitata Lorenzo Fiorini autore di un notevole poker personale.
 
«Ci tenevamo a fare bene in questa prima gara casalinga stagionale – spiega l’attaccante classe 1993 – Volevamo cancellare il pareggio di Poggio Fidoni dove tra l’altro io avevo anche sbagliato un calcio di rigore dopo averne segnati sei su sei nel pre-campionato. Per questo, abbiamo iniziato la partita di domenica scorsa con una grandissima aggressività, senza dare scampo al nostro avversario. Poi sono arrivati anche i miei quattro gol e questo non può che farmi piacere». Anche perché ne aveva segnati a valanga nelle amichevoli agostane e ora Fiorini non vuole certo fermarsi qui.
 
«Domenica andremo a fare visita al Licenza e giocheremo su un altro terreno di gioco non bellissimo. Conosco bene quel campo, l’anno scorso lì segnai due gol importanti con la Pro Roma, ma so anche che il Licenza in casa è un avversario temibile e bisognerà affrontarlo con la massima concentrazione». Il gruppo di mister Di Giovanni è sicuramente tra le favorite per la vittoria del girone. «A ottobre avremo diversi scontri diretti e probabilmente alla fine di quel mese la situazione sarà più chiara, anche se questo è un girone molto equilibrato e ci sarà da sudare fino alla fine» conclude Fiorini. © RIPRODUZIONE RISERVATA