ROMA

Scontri Liverpool, 2 anni e mezzo di reclusione per un tifoso della Roma

Venerdì 24 Agosto 2018 di Gianluca Lengua
26
Scontri Liverpool, 2 anni e mezzo di reclusione per un tifoso della Roma

Daniele Sciusco è stato condannato a due e mezzo di reclusione per i disordini avvenuti poche ore prima della partita di Champions League tra Liverpool e Roma ad Anfield che hanno visto coinvolto il tifoso Reds Sean Cox, recentemente uscito dal coma. 

Nel pomeriggio di oggi presso la Preston Crown Court, il giudice Mark Brown prima di pronunciare la sentenza si è rivolto all’ultrà romanista arrestato: «Ti sei dichiarato colpevole dei violenti disordini avvenuti il ​​24 aprile 2018 durante i quali Sean Cox, arrivato dall'Irlanda per assistere alla partita, è stato ferito e ha sofferto di una grave emorragia al lato sinistro del cervello. È stato incosciente per un lungo periodo ed è ancora in gravi condizioni».
 
LEGGI ANCHE Sean Cox si è svegliato dal coma. Il tifoso aggredito prima di Liverpool-Roma in lenta ripresa
LEGGI ANCHE Liverpool, indagine anche sullo striscione pro De Santis dei tifosi della Roma
LEGGI ANCHE Scontri Liverpool, arrestati due ultras romanisti. Il tifoso dei Reds picchiato è in coma. I familiari: «Aggredito da 13 teppisti»

Durante gli scontri Sciusco faceva parte del gruppo di persone che si sono dirette verso il tifoso del Liverpool: «Il gruppo ha camminato dal centro città verso Anfield, alcuni di loro avevano i volti coperti, pronti a causare problemi e altri tenevano in mano le cinture come se fossero armi». Il giudice ha parlato di «comportamento provocatorio», ma specifica che l’imputato non aveva il volto coperto e pur facendo parte del gruppo non è stato l’artefice dell’assalto a Cox. La pena massima per questo tipo di reati in Inghilterra è di cinque anni, ma grazie alle attenuanti e alla fedina penale pulita, Sciusco è stato condannato a due anni e mezzo di reclusione. 

 

Ultimo aggiornamento: 27 Agosto, 09:58
© RIPRODUZIONE RISERVATA