Tensione tra serbi e albanesi, sospesa l'amichevole Brescia-Vojvodina

Sabato 12 Ottobre 2019

Doveva giocare un normale test per restare in forma durante la pausa per le Nazionali e invece il Brescia di Eugenio Corini si è trovato nel mezzo di uno scontro tra tifosi serbi e albanesi che ha portato alla sospensione dopo 52 minuti dell'amichevole che Donnarumma e compagni stavano giocando contro il Vojvodina.
Non sono comparsi droni e i giocatori non se le sono date di santa ragione, come in Albania-Serbia del 2014, ma la questione del Kosovo ha fatto irruzione anche in un tranquillo sabato pomeriggio nella cittadina di Orzinuovi (Brescia). Protagonista la trentina di tifosi al seguito del Vojvodina, squadra serba di Novi Sad, che al 7' della ripresa, ha scavalcato le reti del rettangolo da gioco facendo invasione. Il tutto nel tentativo di attraversare il campo da gioco e correre verso la parte opposta, dove oltre le reti, ma comunque bene visibili, un gruppetto di ragazzi, non più di 5-6, si erano messi a sventolare bandiere albanesi.
Proprio le reti divisorie hanno evitato il peggio e dunque che ci fosse un contatto tra le parti. Mentre i tifosi serbi erano seguiti dagli agenti della Digos, sono intervenuti anche i Carabinieri per identificare i provocatori albanesi che però si sono dati subito alla fuga. Nel giro di pochi minuti la situazione è tornata alla normalità, ma subito l'arbitro ha decretato la sospensione del match che già nel primo tempo, al 27', era stato interrotto per 14' con il Vojvodina ad abbandonare il terreno di gioco dopo l'espulsione (ignota la motivazione) del tecnico Lalatovic.
A riportare i giocatori sul campo, il presidente del Vojvodina, Gaijc, tra gli applausi ironici da parte del numeroso pubblico. Che non sapeva che il peggio doveva ancora venire, visto che al 7' delle ripresa, la partita è stata definitivamente sospesa. Non sono stati presi provvedimenti nei confronti di nessuno e i tifosi serbi hanno fatto ritorno nel loro settore, non prima però di essersi avvicinati a Balotelli per stringergli la mano e complimentarsi con lui. Per la cronaca, la gara è stata sospesa sul 2-1 per il Brescia che aveva segnato in avvio con Donnarumma (rigore) e poi con Bisoli.

Ultimo aggiornamento: 19:39


© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Noi, viaggiatori compulsivi con destinazione “ovunque

di Mauro Evangelisti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma