Nations League, Theo Hernandez al 90' manda la Francia in finale: ribaltato il Belgio

Theo Hernandez al 90' manda la Francia in finale: ribaltato il Belgio
di Giuseppe Mustica
3 Minuti di Lettura
Giovedì 7 Ottobre 2021, 22:51 - Ultimo aggiornamento: 23:12

La botta di Theo Hernandez, all’ultimo istante, manda la Francia in finale contro la Spagna. I campioni del Mondo ribaltano il Belgio (2-3), lo stordiscono, lo demoliscono, dopo un primo tempo dominato dagli uomini di Martinez che, però, nel secondo tempo preferiscono rimanere negli spogliatoi, chiusi nelle segrete stanze dell’Allianz Stadium di Torino, che domenica pomeriggio alle 15 ospiterà la finale per il terzo posto di Nations League. Ci sarà l’Italia di Mancini in campo.

Calcio spettacolo

È stata una partita meravigliosa. Bellissima. Giocata a mille all’ora fino al minuto 95. Primo tempo dominato dal Belgio, ripresa clamorosamente presa in mano dalla Francia, che ribalta il doppio vantaggio di Carrasco e Lukaku, con le reti di Benzema, Mbappe (rigore) e Theo Hernandez al novantesimo. Un minuto prima era stato annullato il gol vittoria di Lukaku (fuorigioco millimetrico), qualche istante dopo il mancino, ad incrociare, dell’esterno del Milan che regala ai transalpini la sfida alla Spagna. Sembrava davvero tutto troppo facile per il Belgio, che nei primi 45’ ha messo le tende nella metà campo francese colpendo per due volte – con l’aiuto di Llorris – nello spazio di tre minuti. Ma il vento è cambiato presto. E ci ha pensato Benzema a lanciare l’urlo di un possibile ribaltamento che nemmeno il più ottimista dei francesi aveva messo in preventivo dopo una prima parte di match chiusa in apnea. Eppure, è bastato poco.

Mbappe domina

L’attaccante del Psg, sempre più vicino al Real Madrid, ha deciso di riaccendere il turbo dopo averlo sfruttato solamente nei primi 15 minuti. Assist a Benzema – gol da centravanti vero – e rigore calciato sotto l’incrocio dove Courtois non ci poteva proprio arrivare. Il Belgio ha cercato in qualche modo di risalire a galla, e stava quasi riuscendo nel colpaccio con il gol annullato a Big Rom che se avesse avuto qualche numero in meno di piede sarebbe stato in gioco. Non aveva comunque fatto i conti con lo strapotere fisico di Theo (il mistero della mancata convocazione per l’Europeo ancora non è stato risolto), che al 90’ è lì, pronto, a raccogliere il pallone di Griezmann e sparare verso la porta. Tre a due. E tutti a casa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA