Roma, a Salerno per diventare squadra. Mourinho promuove l'11 della prima di campionato

Roma, a Salerno per diventare squadra. Mourinho promuove l'11 della prima di campionato
di Ugo Trani
2 Minuti di Lettura
Domenica 29 Agosto 2021, 17:45 - Ultimo aggiornamento: 18:48

dal nostro inviato a Salerno Ugo Trani

È la prima trasferta di campionato per la Roma, ma in palio c’è già la Champions. Perché, anche se le somme di questa seconda giornata della Serie A si tireranno in tarda serata, il valore del match dell’Arechi è scritto in classifica: un eventuale successo contro la Salernitana permetterebbe ai giallorossi di staccare subito l’Atalanta e soprattutto la Juve.

Verifica esterna

Il significato di questo viaggio in Campania non va certo spiegato a Mourinho, consapevole di quali possano essere gli ostacoli all’Arechi, a cominciare dal sistema di gioco dei granata. Castori insisterà sulla difesa a 3 (o a 5), formula che la Roma assaggerà per la prima volta in stagione. E che potrebbe impedirle di giocare lasciando il possesso palla alla Salernitana per colpire ripartendo come è successo nelle precedenti tre partite ufficiali. L’allenatore granata, del resto, ha già chiarito che cercherà di impedire la profondità ai giallorossi. Mou avrà studiato le contromosse. Anche perché in questa trasferta si aspetta la conferma della personalità, dell'identità e anche della solidità e della concentrazione mostrate nelle prime gare.

Niente turnover

Anche se la formazione non è ancora ufficiale, il portoghese è orientata schierare per dieci-undicesimi la Roma scesa in campo negli ultimi due match. Forzata la rinuncia a Zaniolo che è stato squalificato dopo l’espulsione di domenica, il probabile sostituto dovrebbe essere Perez. Confermati gli
altri, al momento da considerare titolari. Avanti con loro per diventare squadra.

© RIPRODUZIONE RISERVATA