Liverpool-Milan 3-2, Pioli: «I due gol subiti nel secondo tempo unico rimpianto. Il livello della Champions è altissimo»

Liverpool-Milan 3-2, Pioli: «I due gol subiti nel secondo tempo unico rimpianto. Il livello della Champions è altissimo»
3 Minuti di Lettura
Mercoledì 15 Settembre 2021, 23:55 - Ultimo aggiornamento: 17 Settembre, 11:57

Il ritorno in Champions League dopo sette anni non se lo erano aspettati certamente così proibitivo in casa Milan, ma la sconfitta ad Anfield contro il Liverpool lascia in dote a Stefano Pioli anche molte cose positive, visto che dopo 30 minuti di assolo Reds, i rossoneri hanno saputo reagire e addirittura portarsi in vantaggio in un moto d'oroglio d'altri tempi. Il tecnico parmigiano a fine partita ha commentato la gara, non nascondendo comunque la soddisfazione per essersela giocata contro una squadra che al momento ha un pedigree molto più rilevante.

 

Le parole di Stefano Pioli dopo Liverpool-Milan

«l risultato è troppo importante e determinante, il Liverpool ha giocato una gran partita soprattutto nei primi 25 minuti. Poi l'abbiamo ribaltata, il rimpianto sono i 2 gol subiti nel secondo tempo, anche a causa di errori nostri - ha detto Pioli a fine partita -. Troppa sofferenza? La squadra era motivata, ci aspettavamo una partenza forte dei nostri avversari. Siamo stati troppo statici e non siamo riusciti a saltare la loro pressione. L'ambiente, la partita, la qualità dell'avversario ci hanno creato qualche difficoltà».

«Cosa mi sono detto con Maldini, Massara e Klopp? Come sempre valutiamo la prestazione collettiva e dei singoli e delle situazioni che abbiamo affrontato. Klopp aveva un bel sorriso, ha detto che è stata una grande partita. Peccato per il risultato, sarebbe stato importante iniziare con un risultato positivo» Poi una parentesi su quello che lascia questa prova di Anfield: «Vado via con la consapevolezza che la squadra può crescere e che il livello della Champions è veramente alto, dovremo sforzarci ancora di più. Quella palla non dovevamo respingerla fuori area ma in fallo laterale, ma queste sono occasioni per crescere ancora».

«La prestazione? Avevamo preparato delle posizioni per saltare le loro pressioni, ma hanno pressato molto forte abbiamo fatto fatica a palleggiare. Quando ti indirizzano da una parte le situazioni diventano meno vantaggiose. Rebic ha attaccato spesso la profondità con i movimenti giusti ma non sempre l'abbiamo servito. La trasmissione della palla deve essere veloce, in questo il Liverpool è a un livello molto alto. La loro pressione ci ha dato fastidio. Abbiamo fatto due-tre imbucate centrali, l'azione del gol di Rebic è stata molto molto bella». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA