Spal-Roma, le pagelle: Gonalons è un altro, Nainggolan e Strootman ok

Domenica 22 Aprile 2018 di Alessandro Angeloni
5
dal nostro inviato
FERRARA Schick, non solo il gol. Strootman dominante, Nainggolan vecchie maniere, Pellegrini in versione assist. Silva un discreto esordio, Gonalons in ripresa.
ALISSON 6,5
Bella la parata a terra su Paloschi dopo un’oretta di sole. Era un momento decisivo.
PERES 7
Nel primo tempo se ne sta sulle sue, evitando di perdere spazio e tempo sugli avversari. La ripresa comincia con un suo salvataggio su Kurtic. Si fa sentire anche davanti: accompagna sempre l’azione. Rispolvera - addirittura - il tocco di suola. Vivace.
MANOLAS 6,5
Fa ombra a Fazio e si piazza su ogni pallone vagante. Termina pure da capitano.
FAZIO 6
Corpo a corpo continuo con Antenucci, rischiando anche il fallo in area. Esce bene palla al piede, ogni tanto si perde in qualche rinvio grossolano. 
SILVA 6
Parte un po’ timido, poi mostra la faccia. Esordio, tutto sommato, positivo. Ad occhio, non ha grosse attitudini difensive, né era questa la gara giusta per testarle.
PELLEGRINI 6,5
Si fa ipnotizzare da Meret due volte, fallendo il facile raddoppio. Ha il merito dell’assist per l’autogol di Vicari e del bel pallone che serve sulla testa di Schick. Ma là davanti, uno con la sua sensibilità nel piede, deve e può fare meglio.
GONALONS 6,5
Palla gioiello per El Shaarawy, fa tanto e sbaglia pochissimo. Rispetto al recente passato sembra più dentro la squadra e più sicuro di sé.
STROOTMAN 7,5
Induce con la sua fisicità Vicari all’autorete, che sblocca gli animi. Partita di idee e sostanza. Nel finale ha anche il tempo per raccogliere le forze.
NAINGGOLAN 7,5
Si batte e si sbatte su tutto il fronte destro, prova qualche conclusione improbabile: una palla buona ce l’ha, a fine primo tempo, ma la fallisce. Meglio la seconda, che finisce in porta, chiudendo di fatto il match. 
EL SHAARAWY 6,5
Impagabile per l’impegno, per gli spunti, per essere sempre lì, pronto al tiro e alla giocata di fino. Ma vai a vedere, alla fine, sbaglia tanto davanti alla porta. La classica partita che ti fa dire: «Gli è mancato solo il gol». Come fosse una cosa da poco. 
SCHICK 7,5
Con la palla che ruba sulla trequarti fa scattare il mini- contropiede ed è uno a zero. Poi, mette in porta El Shaarawy con un tocco geniale. Si prende la scena con la rete di testa su assist di Pellegrini. È il bacio che trasforma il rospo in principe. Finalmente.
UNDER 6
Trotta come un cavallino di razza, ma non trova la porta.
PEROTTI NG
Prepara tutto bene tranne l’ultimo atto della giocata.
GERSON NG
Fa passarella.
DI FRANCESCO 8
Cambia tanto senza sbagliare niente. Rischia, ma alla fine ha ragione e la Roma - seppur con il macigno Liverpool addosso - ne segna tre a una squadra che in casa ha fermato Inter e Juve.
TAGLIAVENTO 5,5
Dal rigore chiesto su Antenucci all’ammonizione rimandabile di Everton, il peggio in trenta secondi del primo tempo. Poi, pochi errori.
  © RIPRODUZIONE RISERVATA