Solo la Cremonese vince in casa. Colpi di Vicenza, Venezia e Reggina. Il Cittadella rimonta da 3-0

Sabato 6 Febbraio 2021 di Vanni Zagnoli

L’Empoli non vince a Monza eppure resta inattaccabile, in vetta. Nella seconda giornata di ritorno, Salernitana e Chievo pareggiano nel testa a testa e proseguono a braccetto, a quota 36, un punto dietro restano la Spal (bloccata sull'1-1 a Cosenza) e il Cittadella, che rimonta tre gol a Brescia. Settimo il Venezia, che passa a Frosinone. L'altro colpo esterno è dalla Reggina, a Pescara. In casa, vince solo la Cremonese, sul Pisa. Domani sera, Reggiana-Entella.

Monza-Empoli 1-1

Vantaggio toscano in avvio, lancio di Haas mal letto da Bettella, Mancuso infila. I brianzoli avanzano, Brignoli è strepitoso sulla girata di Barillà, poi sbaglia Boateng. Che alla ripresa mette fuori di pochissimo di tacco, Di Gregorio invece vola sul destro di Haas. Poi due legni monzesi, Frattesi da fuori e Boateng, su errore di Nikolaou. Pareggio grazie a Romagnoli, in area contrasta Mota Carvalho e per l'arbitro è rigore, dal dischetto Boateng. Infine Terzic segna da fuori, per l’Empoli Giua annulla per fuorigioco di Pirrello.

Salernitana-Chievo 1-1

Veronesi superiori, nel finale. Tutino rientra dall’inizio e torna al gol, a metà primo tempo, su cross di Casasola dalla destra si gira fra due difensori e trova l’angolino: entrambi sono da serie A. Al 5’ st Garritano dalla sinistra coglie l’incrocio dei pali, De Luca ribadisce, Belec respinge sulla linea di porta ma secondo l'arbitro la palla è entrata.

Cosenza-Spal 1-1

Ferrara rifiata, dopo settimane positive, la squadra di Occhiuzzi sta bene. Assist di Tremolada e vantaggio di Sciaudone per i silani, impatta nel secondo tempo Mora, di testa: era stato il regista delle due promozioni spalline, è laureato in filosofia, in serie A non ha sfondato. Belle parate di Falcone e Berisha.

Brescia-Cittadella 3-3

Il presidente Cellino è contestato per le 4 sconfitte, è al quarto allenatore stagionale: Delneri durò due partite, poi Lopez, due mesi con Dionigi, comprese le vacanze, e ora l’ex capitano Daniele Gastaldello, in attesa di Pep Clotet, dalla Spal. Vantaggio firmato da Ayè su assist di Spalek, raddoppia Donnarumma, poi Ayè, su errore del portiere Maniero, in occasione del cross di Bisoli. Secondo tempo, palo di Donnarumma. La rimonta con la botta da fuori del solito Gargiulo, il 3-2 di Frare è dubbio per fuorigioco, il pari è di Baldini, subentrato.

Frosinone-Venezia 0-1

Ciociari discreti, come gioco, timidi come occasioni. Al quarto d’ora si fa vivo il Venezia con il colpo di testa di Forte, fuori. Segna prima dell’intervallo, dopo un rimpallo, su assist di Taugourdeau, lanciato dal tacco di Crnigoj. Secondo tempo e raddoppio, Di Mariano crossa da destra e Bardi sbaglia. Serve Salvi, ai giallazzurri, riapre il match con palla deviata da Iemmello. 

Cremonese-Pisa 2-0

Fabio Pecchia può traghettare la Cremo alla salvezza, in attesa che torni finalmente a lottare per la serie B. Gara vibrante e gol al 6’, Castagnetti lancia Valeri a sinistra, con diagonale a battere Gori. Al 10′ Baez si libera a sinistra e centra, Ciofani di testa raddoppia. Al 18′ Bartolomei sbaglia il retropassaggi, serve Vido, che salta Carnesecchi in uscita e accorcia. Il Pisa accarezza il pareggio con la traversa di Palombi, su cross di Beghetto. Sulla ribattuta Marin entra in area e finisce a terra ma per l'arbitro è tutto regolare. Nel finale di tempo Gaetano serve Valzania, alto. Nella ripresa altalena di emozioni, Mazzitelli per il Pisa sbaglia in diagonale, Gori vola sulla botta di Valzania e su Colombo è aiutato dal palo. Per Pecchia quarto risultato utile consecutivo con otto punti in quattro gare.

Pescara-Reggina 0-2

Imprevista la nuova crisi degli abruzzesi, che con Breda avevano vinto a Reggio. Primo tempo amaranto, senza grandi occasioni, a parte Edera che impegna Fiorillo, mentre i biancazzurri pungono con Tabanelli. Ad inizio ripresa Dessena, un altro volto nuovo del Pescara, chiude a lato. Al 16’ l'ingresso di Denis cambia il match. Calcia fuori da posizione favorevole, poi trasforma l'assist di Lakicevic. Al 34’ segna Montalto con tocco ravvicinato.

Pordenone-Vicenza 1-2

I ramarri si fermano a 6 risultati utili, sono alla seconda sconfitta interna. 14 secondi e Butic non trova la porta. Vantaggio berico al 3’, colpo di testa di Longo su cross di Beruatto dalla sinistra. La squadra di Mimmo di Carlo si fa vivo con Cappelletti, Pontisso, Meggiorini, mentre Beruatto coglie la traversa. Per il Pordenone due volte Zammarini, Scavone di testa e Butic. Finale movimentato con la prima rete in maglia neroverde di Morra, su assist da destra di Vogliacco e il gol partita con stop di Giacomelli, stop e tiro dal limite.

Classifica: Empoli 42, Monza, Chievo e Salernitana 36; Cittadella e Spal 35, Venezia 32, Lecce 31; Pordenone 29, Frosinone 28, Pisa 27, Vicenza 25, Cremonese 23, Brescia e Reggina 22; Cosenza 21, Ascoli 20; Reggiana 18, Entella 17, Pescara 16.


© RIPRODUZIONE RISERVATA