Due di Uno, Michele Dalai racconta Simeone e Burgos: così diversi così uguali

Giovedì 1 Marzo 2018
Michele Dalai, la terza puntata di ‘Due di Uno’ ha come protagonisti Simeone & Burgos, due personaggi che nel mondo del calcio hanno avuto un rapporto unico..
“Non so quanto sia oggettivamente unico il rapporto tra Simeone e Burgos perché da quello che ci è dato sapere e da quello che possiamo desumere dalle loro interviste capiamo che è un rapporto fatto di piccoli gesti, di grandi silenzi, di dichiarazioni di affetto e di amore reciproco più ancora che di amicizia. Si conoscono molto bene da quando hanno giocato insieme all’Atletico, sono tornati in Argentina al Racing, poi hanno allenato il Catania. E’ un rapporto consolidato, costruito nel tempo, tra due persone molto diverse, molto complementari entrambe con una enorme vocazione al sacrificio e alla voglia di rappresentare qualcosa di diverso con una enorme professionalità: Simeone più attento al suo lato militare mentre il Mono a quello più folkloristico. Sono due straordinari leader di gruppi di lavoro. Basta pensare che l’Atletico di Madrid prima del loro arrivo non era la squadra di . L’Atletico adesso è una delle squadre più importanti del mondo mentre prima del Cholo galleggiava a metà classifica. Ora grazie al Cholismo e al Monismo è una squadra solida”.

Quanto c’è, nel Simeone allenatore, del Simeone che ha fatto innamorare i tifosi della Lazio?
“C’è tantissimo perché Simeone è uno di quelli di cui si dice, magari un po’ banalizzando, che era già allenatore in campo ed è riuscito a travasare la sua grinta fuori dal campo. Simeone aveva grinta, determinazione e una enorme capacità di assumersi delle responsabilità e di portare la leadership. Il Simeone della Lazio così come quello dell’Inter e dell’Atletico Madrid fu un giocatore unico che poteva unire tutte queste doti con un acume tattico che si vedeva già in campo ma che in molti sottovalutavano pensandolo un giocatore solo di grinta”.

Per spiegare il calcio del Cholo si è affidato anche a due esperti del calcio sudamericano come Lele Adani e Stefano Borghi..
“Quando si fanno programmi come ‘Due di Uno’ e quando si hanno dei tempi che sono un po’ contingentati per raccontare una storia così larga, di due personalità così meravigliose è importante, per creare un contesto, affidarsi ai migliori e i migliori sono Adani e Borghi. Nel senso che sono due fuoriclasse tanto quanto Simeone e Burgos e sono riusciti a regalarmi un grande pezzo della loro visione, della loro conoscenza del calcio argentino e di questi due personaggi in modo che io potessi fare il mio lavoro che è quello del narratore”.

La terza puntata di ‘Due di Uno’ in onda venerdì 2 marzo alle 22.30 su Fox SPorts HD 8Uno’ (in replica sabato 3 marzo alle 12.30, alle 15.30 e alle 23.00 sempre sul canale 204 di sky)

 
Ultimo aggiornamento: 16:34


© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Se il figlio non sta mai fermo la soluzione è tre sport in uno

di Mimmo Ferretti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma