Serie B, il Cesena batte il Parma 2-1 con una doppietta di Moncini

Serie B, il Cesena batte il Parma 2-1 con una doppietta di Moncini
di ​Vanni Zagnoli
2 Minuti di Lettura
Domenica 6 Maggio 2018, 19:55 - Ultimo aggiornamento: 19:56

E’ la serata che può riportare il Frosinone in serie A, dopo due stagioni. Il Parma era davanti, era avanti a Cesena, si fa rimontare e addirittura perde 2-1, nonostante la superiorità numerica finale. E così adesso sono i ciociari in poleposition per la seconda promozione, con un punto di vantaggio sul Palermo e due sugli emiliani. A due giornate dal termine, il margine è molto significativo, il pragmatismo di Roberto D’Aversa è vanificato da un altro tecnico poco spettacolare, Fabrizio Castori, che sta per portare in salvo il Cesena.

Laggiù si gioca a ciapanò, come dicono a Milano, a chi perde di più, alle occasioni sprecate e i crociati fuori casa si confermano vulnerabili. Hanno perso a Vercelli, a Chiavari con l’Entella, preso un’imbarcata mesi fa a Empoli, non battuto il Cittadella al Tardini e molte altre volte accusato cali inquietanti. Come oggi, al Manuzzi, sullo 0-1 sino a 4’ dalla fine e poi abbattuti dalla doppietta di Moncini.

Castori fa il castori, ovvero il Diego Simeone italiano, grande carattere e poco spettacolo, con una squadra largamente inferiore. D’Aversa sostiene che le concorrenti sono più forti, beneficiano del paracadute, in realtà non dà continuità nè gioco, neanche con la bella coppia della serie A del Benevento, ovvero Ciciretti e Ceravolo.

Anche i romagnoli sono insidiosi, con Laribi, uno che nell’orbita del vecchio Parma. La partita è palpitante, entrambe provano a vincerla.

Dai e dai, arriva il sorpasso gialloblù, all’11’ della ripresa, autorete dell’elvetico Fedele, nel tentativo di anticipare Ceravolo su un cross di Ciciretti dalla bandierina, di testa alle spalle di Fulignati. Dentro Moncini e Dalmonte al posto di Jallow e Fedele, il Parma comunque insisce, entra Insigne e coglie il palo da fuori, di sinistro. D’Aversa effettua cambi conservativi, Suagher rischia l’autorete su Barillà, Chiricò sfiora il pari. Arriva a 4’ dalla fine con il sinistro di Moncini, su azione confusa. Lì il Parma sarebbe a -1 dal Frosinone e pari al Palermo, il Cesena resta in 10 per l’espulsione di Di Cesare. Allo scadere il gol della probabile salvezza dei padroni di casa, di Moncini, su assist da sinistra di Dalmonte, dunque i nuovi entrati.

Il Parma potrebbe ancora essere promosso, mal che vada ai playoff, però non merita la A per l’incredibile numero di opportunità sprecate, nonostante gran budget e talenti offensivi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA