Serie B, Benevento beffato dall'Entella (1-1), il Pordenone resiste a Verona in 9. Poker del Trapani. Vola la Salernitana

Domenica 29 Settembre 2019 di ​Vanni Zagnoli
Il Benevento manca l’aggancio all’Empoli, in testa, è parità anche nel derby di nordest, nonostante oltre mezz’ora con due uomini in più per il Chievo. All’improvviso la prima vittoria esterna del Trapani, dopo il primo punto.

Benevento-Entella 1-1: 20' Kragl (B), 82' Sernicola (V). 

I sanniti fanno la partita, il tedesco Kragl è in giornata, segna al terzo tentativo, su cross di Letizia. La squadra di Chiavari fa la partita difensiva di sempre, con formazioni superiori, gli uomini di Pippo Inzaghi creano parecchie occasioni. Nel finale Caldirola e Coda (chiude il portiere Nikita Contini) mancano il raddoppio. Il pari è beffardo, Sernicola da distanza ravvicinata, con deviazione, supera Montipò. Addirittura 22 tiri per gli stregoni, ma la superiorità di possesso palla è ligure. Sempre tonico il difensore giallorosso Letizia.

Chievo-Pordenone 1-1: 10’ Strizzolo (P), 9’ st Djordjevic. 

Cross di Chiaretti, Strizzolo di testa fa avanzare i ramarri. La squadra di Verona insegue il pari con Djordjevic, Di Gregorio si esalta. Alla ripresa la seconda ammonizione per Strizzolo agevola la rimonta gialloblù. Angolo, Djordjevic prevale su Pasa e conferma il momento super. Al 13’ Chiaretti, ammonito pochi istanti prima, entra in ritardo su Esposito, l’espulsione è inevitabile. Non basta al Chievo oltre mezz’ora in 11 contro 9 per vincere.

Spezia-Trapani 2-4: 19' Nzola (T), 34' Luperini (T), 39' Ragusa (S), 41’ Pettinari (T); st 15’ Pettinari, 29' Bartolomei (S).

Vincenzo Italiano aveva fatto ritornare i siciliani in B, nonostante i giocatori avessero messo in mora la società, durante i playoff, fatica con l’ambizioso Spezia del patron Volpi, sempre alla ricerca di una storica serie A. Il Trapani era ultimo, aveva appena ottenuto il primo punto, il successo al Picco era imprevedibile.
Il portiere aquilotto Krapikas calcia ma colpisce Nzola, la carambola manda la palla in gol. Il raddoppio su assist di Pettinari per Luperini. Ragusa accorcia le distanze, è però il destro di Pettinari a portare all’1-3. Altro destro per la quarterna del romano ed ex giallorosso Steafno Pettinari. E’ tardivo il 2-4 di Bartolomei, sempre fra i migliori tiratori della categoria. 

Livorno-Salernitana 2-3: 19' Marsura (L), 46’ Migliorini (S); st 12’ Raicevic (L), 14’ Di Gennaro aut (L), 46’ Djuric (S).

Meglio i toscani, a lungo, Ventura è cinico, come l’Entella di Boscaglia. Si comincia con il traversone di dalla trequarti, Raicevic di testa manda alto. Sul vantaggio, l’azione è di Marras per Del Prato, cross basso e mischia, Marsura mette dentro. Raicevic sfiora il raddoppio, la Salernitana si fa viva con Djuric, è Porcino a salvare sulla linea. Boben prende un palo per il Livorno, prima però arriva il pari, di Migliorini, grazie al suggerimento perfetto di Cicerelli. La squadra di Breda riparte di slancio, Marras serve Raicevic che da posizione angolatissima insacca. Il 2-2 è sfortunato, per il Livorno, il traversone di Giannetti è deviato da Di Gennaro. Raicevic, Marsura e Del Prato mancano il nuovo vantaggio, nel recupero l’azione di Djuric, il cross largo di Lopez e il bosniaco in acrobazia porta la squadra di Ventura a un punto dal primato, in attesa che domani giochi l'Ascoli.

Classifica: Empoli 14, Salernitana 13; Ascoli e Benevento 12, Crotone, Perugia ed Entella 11, Pisa e Cittadella 9; Pordenone e Venezia 8, Cremonese, Chievo e Pescara 7, Frosinone 5; Spezia, Livorno e Trapani 4; Cosenza 3, Juve Stabia 1.
  Ultimo aggiornamento: 23:35


© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Sturni, Stefàno e Frongia: la corsa nel M5S che verrà

di Simone Canettieri

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma