Brescia-Juventus 1-2: nuova rimonta firmata da Pjanic. Bianconeri in testa alla classifica

Martedì 24 Settembre 2019 di Albero Mauro
Mario Balotelli

Se non soffre non si diverte. La Juve a Brescia piazza la seconda vittoria consecutiva in rimonta e conquista la momentanea vetta della classifica ma siamo ancora lontani dalla creatura che ha in mente Sarri. Il gioco è ancora piuttosto involuto e la difesa troppo vulnerabile, lo dimostrano i 7 gol subiti nelle ultime 5 partite. Partenza shock per i bianconeri che vanno sotto dopo 4 minuti, il bolide di Donnarumma piega le mani a Szczesny, e dopo 19 minuti perdono Danilo per un affaticamento ai flessori della coscia sinistra. Un problema non da poco visto che l’unico terzino di ruolo a disposizione rimane Alex Sandro. Balotelli torna in campo a modo suo: 90 minuti, un gol sfiorato su bolide di punizione da 35 metri, e un po’ di nervosismo nel finale, ma prestazione positiva sotto gli occhi di Roberto Mancini, attentissimo anche alle giocate di Tonali (che confeziona il primo gol).
 

 

a Juve reagisce prendendo campo, arrivano le occasioni di Higuain e Khedira e il pareggio, su corner tagliato di Dybala. Nella mischia davanti a Joronen l’ultima deviazione è di Chancellor. Nella ripresa la Juve sembra meno sotto pressione e più lucida, anche se l’assenza di Ronaldo si sente eccome là davanti. E infatti dopo un autogol, il raddoppio arriva dai piedi di un centrocampista, il destro di Pjanic dopo una punizione di Dybala ribattuta dalla barriera è una sentenza nell’angolino. Entrano Matri e Martella che sfiora il pareggio con un tiro deviato da campione da Szczesny, Higuain ha sui piedi il pallone del tris ma non è serata.

SLEGGI LA CRONACA

 

Ultimo aggiornamento: 23:46


© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Lozzi e il derby dei Casamonica, da Virginia solo una passerella

di Simone Canettieri

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma