Serie A, De Siervo: «Per le date del campionato Mancini può stare tranquillo, nessuno svantaggio»

Mercoledì 17 Aprile 2019
«Venire incontro alla Figc e ai club sulle date del prossimo campionato? Sono due esigenze molto diverse e nessuno nella Lega Serie A vuole danneggiare gli uni o gli altri. Tutti i campionati più importanti d'Europa finiscono nello stesso weekend della serie A, quindi il ct Mancini stia tranquillo perché avrà gli atleti nelle stesse condizioni dei suoi competitor». Lo dice l'ad della Lega Serie A, Luigi De Siervo, soffermandosi al termine del consiglio federale sulle problematiche legate al calendario della prossima stagione della serie A. «Nei campionati in cui invece il torneo finisce una settimana prima -aggiunge- in realtà c'è poi la coppa in quella successiva, quindi l'attività sportiva si chiude in tutta Europa nel weekend del 24 maggio: non c'è nessuno svantaggio». «Per la prima volta -sottolinea De Siervo- si decide un calendario in funzione del vero protagonista che è il pubblico e non le squadre o i giocatori. È inutile iniziare un campionato quando sono tutti al mare, è come andare al cinema e vedere uno spettacolo già iniziato. Sarebbe sbagliato pensare di partire avendo gli stadi mezzi vuoti o le persone che non sono in grado di abbonarsi alla pay tv che trasmette le partite in diretta».

Per quanto riguarda la preparazione alle coppe europee dei top club, visto l'avvio della stagione il 24 agosto, «se c'è da fare un'autocritica è che siamo arrivati in ritardo a questa decisione, che ritengo giusta, e questo evidentemente sta creando qualche difficoltà alle squadre che andranno in Europa. Ma visto il livello di cui parliamo, i club stanno organizzando un pre-campionato differente con una riprogrammazione degli impegni». Infine, sull'ipotesi di far giocare Roma e Lazio in trasferta nell'ultima giornata per consegnare l'Olimpico alla Uefa entro il 18 maggio in vista della partita inaugurale dell'Europeo, De Siervo lo definisce «un falso problema, visto che capita spesso nel corso di un campionato che abbiano giocato due partite in casa nell'arco di tre giorni, e questo avverrà». «Il presidente del Coni -conclude- ha ricevuto tutte le massime rassicurazioni, verranno rispettati tutti gli impegni assunti dalla Figc».



© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Lozzi e il derby dei Casamonica, da Virginia solo una passerella

di Simone Canettieri

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma