Sant'Angelo Romano, Centanni:
«Siamo in un momento d'emergenza»

Mercoledì 27 Novembre 2019 di Federico Feliciello
Diego Centanni, capitano del Sant'Angelo Romano
Un passo falso che lascia l’amaro in bocca. Nel 12° turno di campionato del girone B la capolista Sant’Angelo Romano ha perso in casa contro il Settebagni per 2-1, una sconfitta inaspettata per i giallorossi di Lucani ma la vetta rimane comunque salda, in virtù del pareggio dell’inseguitrice Zena Montecelio con il Futbol Montesacro. Il capitano Diego Centanni ha analizzato la prestazione dei suoi compagni, condizionata da infortuni, squalifiche, e dalla condizione di alcuni elementi non al meglio: «Le assenze hanno condizionato la preparazione alla gara – spiega il centrocampista classe ’92, assente anche lui per infortunio - Dovendo fare a meno di due giocatori in mezzo al campo, il mister è stato costretto a cambiare modulo. La squadra è stata impostata per giocare sempre in un certo modo e ne ha risentito durante questi 90 minuti. Infatti l’approccio è stato positivo, c’è il rammarico di non avere concretizzato delle occasioni sotto porta e poi è venuto fuori il Settebagni che ha sfruttato le ripartenze».

Lo stop del Sant’Angelo ha consentito alle avversarie di accorciare il gap in classifica e la situazione nei piani alti inizia a delinearsi in maniera sempre più interessante. Con nove squadre raccolte in 6 punti è piena bagarre ma per Centanni è ancora presto fare calcoli o immaginare scenari possibili: «Non dobbiamo guardare ora la classifica. Nel girone di ritorno può succedere di tutto dopo la chiusura del mercato di dicembre, può diventare un altro campionato come è capitato due anni fa dove a metà stagione ci trovavamo in zona retrocessione e alla fine siamo arrivati ai playoff. Magari anche la società interverrà sul mercato per aggiungere qualche ritocco per essere più competitivi».

Il capitano giallorosso è convinto che superato questo momento di emergenza, il Sant’Angelo tornerà a dire la sua: «Per fortuna la situazione si sta ristabilendo, piano piano stiamo recuperando tutti. Tra mercoledì e domenica ritorneremo al completo e sono convinto che riprenderemo il nostro cammino». Tra poco meno di 24 ore infatti il Sant’Angelo tornerà in campo nella sfida di ritorno dei sedicesimi di Coppa Italia contro il Cantalice. Dopo lo 0-0 dell’andata, la squadra di Lucani dovrà cercare il gol in terra reatina per assicurarsi il passaggio del turno: «La Coppa è una competizione alla quale teniamo, può essere un’alternativa al campionato, e andremo a Cantalice con l’obiettivo di qualificarci», dichiara Centanni.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Sturni, Stefàno e Frongia: la corsa nel M5S che verrà

di Simone Canettieri

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma