Bocciato il trust di Lotito: iscrizione della Salernitana congelata

Bocciato il trust di Lotito: iscrizione della Salernitana congelata
di Alberto Abbate
3 Minuti di Lettura
Martedì 29 Giugno 2021, 10:35 - Ultimo aggiornamento: 11:36

Era nell'aria, intorno alle 13 diventerà realtà. Bocciato il blind Trust di Lotito per la cessione della Salernitana. Dopo tre giorni di analisi e riflessioni, la Figc oggi all'ora di pranzo invierà una lettera al numero uno del club campano che, venerdì alle 22.40, ha ceduto tramite pec le proprie quote (50% del figlio Enrico e 50% del cognato Mezzaroma) al gong della dead line concessa da Gravina. Al momento è dunque congelata pure l'iscrizione (i documenti sono stati presentati ieri) della Salernitana (non intaccata per ora quella della Lazio, dopo la minaccia) al prossimo campionato di Serie A. Lotito avrà qualche giorno di tempo (presumibilmente sino a sabato) per correggere i rilievi che sono stati fatti dalla Figic sulla documentazione presentata, altrimenti verrà convocato un Consiglio straordinario e la mancata iscrizione della società granata potrebbe diventare definitiva.

Cessione Salernitana al vaglio della Figc. Lotito: «Tutto regolare»

Le contestazioni

Ecco tutti i nodi venuti al pettine, che Lotito dovrà in qualche modo sciogliere. Innanzitutto i due trustee del trust Salernitana 2021, formalizzato nella giornata di venerdì presso lo studio romano del notaio Natale Botta: Melior Trust S.R.L., che fa riferimento alla Banca del Fucino, e la Widar Eurofid S.p.A., Società Fiduciaria e di Revisione e Trust, che fa capo alla Banca Sistema, con rappresentanti Susanna Isgrò e Paolo Bertoli. I “guardiani”, secondo la Figc, sono troppo ricollegabili a Lotito: il generale dei carabinieri Vincenzo Coppola e l'avvocato Matteo Giuseppe Masoni, con potere di vigilanza sulla regolarità della vendita del club. 

C’è poi la questione relativa all'amministratore unico, Ugo Marchetti, generale della Guardia di Finanza in pensione, romano: il patron della Lazio nel 2017 lo propose già come presidente della Lega di serie A, lo scorso mese è stato bocciato come trustee. Non convince la Figc nemmeno la durata del trust: sei mesi e quarantacinque giorni come proroga. Sostanzialmente un mese e mezzo in più rispetto a quanto era stato richiesto dalla Federazione. Il valore del club: il prezzo della Salernitana non è stato indicato nella corposa documentazione del trust presentata dal club venerdì sera. Lotito valuta la società 100 milioni, ma così è impossibile arrivare alla cessione.

Video

© RIPRODUZIONE RISERVATA