Russia 2018, Francia-Danimarca: un macaron d'esportazione

Mercoledì 27 Giugno 2018 di Mimmo Ferretti
1
Gli esperti internazionali sono concordi nell'affermare su basi concrete, non certo fidandosi delle chiacchiere da bar, che la pasticceria francese sia tra le migliori del pianeta. E ricordando i pittoreschi macarons oppure le delicate madeleine, che deliziano da secoli i palati di uomini e donne in ogni angolo del mondo, è complicato non essere d'accordo. E pur tenendoci stretti babà e sfogliatelle, per rispettare un po' di sano patriottismo, non si può dire che i francesi non siano capaci di fare i biscotti. Anzi, è doveroso riconoscere che sono maestri nell'arte di farli. E così, per non tradire le loro tradizioni, hanno deciso esportare il prodotto anche in Russia. Per allargare i confini del commercio, certo, ma anche per continuare a giocare a pallone. Ecco perché, in fondo, non deve sorprendere più di tanto se la Francia di Didier Deschamps, in collaborazione con la Danimarca (la terra delle ineguagliabili girelle alla crema), abbia deciso di confezionare un bel macaron di color Bleus e di regalarlo agli amici australiani. Che, con il profumato pacchetto in valigia, sono costretti a tornare a casa. Un mondiale val bene un biscotto, si potrebbe chiosare. Per festeggiare un successo sì; per burlarsi degli altri proprio no. Avez-vous compris? © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Il pugno di ferro di Papa Francesco sui vescovi americani

di Franca Giansoldati