Roma-Wolfsburg finisce 1-1: a Giacinti risponde Pajor. La qualificazione è ad un passo

Le giallorosse di Spugna pareggiano 1-1 con le tedesche al Francioni di Latina: mantenuto il primo posto del girone di Champions League

Roma-Wolfsburg finisce 1-1: a Giacinti risponde Pajor. La qualificazione è ad un passo
di Giuseppe Mustica
3 Minuti di Lettura
Giovedì 24 Novembre 2022, 11:15

Come una vittoria. La Roma pareggia 1-1 con il Wolfsburg e rimane insieme alle tedesche in testa al girone di Champions League. Un risultato d'oro per le giallorosse, accolto con le braccia al cielo anche da una Betty Bavagnoli scatenata in tribuna che ha sofferto dal primo all'ultimo secondo. Un punto fondamentale contro una formazione che ha vinto due Champions e che ha perso altre tre finali. Il livello si è alzato. Adesso non ci sono più dubbi. Questa squadra, con carattere, con voglia e anche con qualità in mezzo al campo s'è portato a casa un risultato che alla vigilia sembrava davvero insperato.

TUTTO NEL PRIMO TEMPO 

Succede tutto nel primo tempo. La partita la apre Valentina Giacinti dopo tre minuti, da attaccante vero: Haavi attacca a sinistra e prova la conclusione, il pallone rimane lì, nella disponibilità della numero 9 che di prima intenzione, di sinistro, fulmina Frohms. Il gol gasa la Roma, che mette in mezzo le tedesche che ci capiscono davvero poco. I primi 25 minuti sono di grande calcio, con una Giugliano che fa quello che vuole e apparecchia soprattutto a destra per Glionna che però non è sulle stesse frequenze della compagna.

Poi, intorno alla mezz'ora, un errore in uscita fa perdere le certezze. Il Wolfsburg capisce che è il momento di alzare il ritmo e il pressing e ci riesce bene la truppa di Stroot. Che al 33' impatta grazie a Pajor, forse la migliore in campo, che si beve Linari e col destro piazza sul secondo palo dove Lind non può proprio arrivarci. I minuti finali del primo tempo la squadra di Spugna li supera quasi in apnea, anche se non rischia nulla.

TENSIONE E PROTESTE

Nel secondo tempo sale la tensione, la posta in palio è troppo alta. E la partita s'innervosisce nel momento in cui la serba Zivkovic non mostra il secondo giallo a Lattwein, ammonita nel primo tempo, che stende Andressa in ripartenza. Da quel momento anche l'arbitro perde la bussola e in campo in alcuni momenti è quasi corrida. Il Wolfsburg comunque continua ad attaccare, ma la Roma rischia davvero pochissimo.

Anzi, sono le giallorosse ad andare vicine alla rete della vittoria con Giugliano: la numero 10 trova lo spazio al limite dell'area e calcia, il pallone è deviato, Frohms però si supera volando sotto l'incrocio. Nel finale non succede nulla. E la Roma si porta un punto pesantissimo a casa. I 3350 del Francioni del Latina si sono divertiti. E la qualificazione è davvero ad un passo. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA